“Scuole aperte tutto giugno? Non sono adeguate e per il turismo sarebbe un’altra mazzata”

4246

Da poco tempo eletto nel consiglio direttivo provinciale di Confindustria sezione Turismo della provincia di Lecce, sento il dovere di intervenire per scongiurare una drammatica ipotesi che viene portata avanti, tra le altre ipotesi, dai Ministeri competenti e dal Governo che stanno valutando come far fronte alle difficoltà didattiche determinatesi dall’epidemia da Covid 19.

Allungare l’anno scolastico al 30 giugno presenta più di un aspetto fortemente problematico. Intanto le scuole aperte per tutto giugno denuncerebbero subito una serie di difficoltà logistiche e operative in strutture non non pensate per tenere lezioni in un periodo dell’anno che qui da noi è già piena estate. In altri termini, le aule non sono provviste di impianti di condizionamento tali da consentirne una agevole e sopportabile fruizione.

A parte le condizioni meteo ostative che vanno seriamente valutate, giugno con le scuole ancora aperte dopo un anno e mezzo di lacrime e sangue per via delle chiusure forzate, sarebbe una ulteriore mazzata per il turismo salentino e gallipolino in particolare che aspetta di rialzare le saracinesche e accendere le cucine per tornare a vivere.

Giugno è per Gallipoli e le altre perle del territorio, la meta preferita di quel Salento da accarezzare, fatto di arte ,cultura e buona enogastronomia che ci consente di lavorare con famiglie e turisti riuscendo a proporre il meglio della nostra offerta tra tradizione ed innovazione. Lazzaro è pronto…aiutateci a farlo camminare.

Fernando Nazaro 

Direttivo provinciale Confindustria settore Turismo

 Gallipoli