Scuole a Gallipoli: 90mila euro per gli adeguamenti anti Covid. Si pensa anche a mensa e trasporti

642
Assunta Cataldi e Biagio Palumbo

Gallipoli – Lavori di adeguamento in vista per i sei istituti scolastici di Gallipoli con interventi di adeguamento e adattamento funzionale degli spazi e della aule per far fronte all’emergenza Covid. L’obiettivo dichiarato dagli amministratori è quello di concludere i lavori prima dell’avvio del nuovo anno scolastico. Si interverrà pressi gli istituti scolastici di piazza Carducci, via G. Da Gallipoli, via Gorizia, via Milano, via Spoleto e via Torino.

Dal Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione – Direzione generale per i fondi strutturali per l’istruzione, l’edilizia scolastica e la scuola digitale – del Ministero sono arrivati a Gallipoli 90mila euro (Fondi strutturali europei) destinati ai lavori e agli arredi nell’ambito dell’avviso pubblico del 24 giugno scorso. Le risorse assegnate sono state calibrate sulla base degli edifici scolastici censiti all’anagrafe nazionale dell’edilizia scolastica.

Gli interventi 

«Nei poli didattici di competenza del Comune di Gallipoli – afferma l’assessore ai Lavori pubblici Biagio Palumbo – si sono rilevate delle criticità in merito agli spazi e alle dimensioni di alcuni ambienti. In particolare alcune aule necessitano di interventi di adeguamento al fine di rispettare il distanziamento sociale quale misura preventiva al Covid-19 e che rientrano tra gli interventi previsti nel bando in oggetto. Interverremo quanto prima con lo spostamento di alcuni tramezzi interni e la realizzazione di altri al fine di rendere le aree delle aule interessate idonee agli standard minimi di dotazione per nuovo alunno. In questo preciso momento storico, l’allargamento di alcune aule e la redistribuzione degli spazi di particolari aule rappresentano le nostre priorità».
Si interverrà in vario modo in base alle esigenze: dalla semplice installazione di un  videocitofono alla demolizione di murature di separazione per rendere gli ambienti compatibili con le norme anti-contagio.
«Oltre ai lavori strutturali, per ogni istituto scolastico si sta procedendo con l’acquisto di forniture varie: dai banchi monoposto ai separé a parete, nuovi armadietti, portazaini e armadi in legno miglioreranno le nostre scuole. La tematica è oggi molto discussa e in questo clima di incertezza quello che posso garantire – afferma l’assessore alle Politiche sociali Assunta Cataldi – è che verranno messe in atto tutte le misure e adottati i giusti accorgimenti per tutelare bambini e, dunque, famiglie».
In primo piano anche i problemi relativi alla mensa e ai trasporti: «In questi mesi – conclude l’assessore Cataldi – abbiamo inoltre incontrato i dirigenti scolastici e con il responsabile della mensa e dei trasporti: in virtù di questo confronti – che continueranno ad esserci, è in programma anche uno per la prossima settimana – abbiamo vagliato le migliori soluzioni possibili per gli studenti».