Scuola e mondo del lavoro, sotto il segno della tecnologia: il “De Viti De Marco” di Casarano primo fra le “Best Academy 2020”

1363
Istituto “De Viti De Marco” di Casarano

Casarano – L’Istituto d’istruzione superiore “De Viti De Marco” di Casarano è primo nella categoria delle scuole nella nomination “Best Academy 2020”, il programma organizzato dalla multinazionale specializzata nella fornitura di apparati di networking Cisco.

Le certificazioni Cisco sono le più diffuse e riconosciute in ambito networking: possederne una nel mercato delle tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni significa essere portatore di un valore tecnico e di business non indifferente.

La scuola rafforza il legame con il mondo del lavoro

Tatta Lanzillotto

Con l’adesione al programma di formazione, infatti, la multinazionale fornisce agli studenti del “De Viti De Marco” – dal terzo al quinto anno – le competenze digitali di base e avanzate richieste dalle aziende, permettendo all’Istituto di arricchire e rafforzare il rapporto tra scuola e mondo del lavoro. Un’offerta che viene inoltre potenziata attraverso il progetto di alternanza scuola-lavoro.

Grande soddisfazione da parte della docente responsabile, Tatta Lanzilotto, secondo la quale “per accedere e per distinguersi nel mondo del lavoro dell’Information and Communication Technology le certificazioni Cisco sono fondamentali”.

Certificazioni di alto livello

La loro importanza “deriva proprio dalle regole su cui questo tipo di mercato si fonda: richiesta di skills tecniche e di competenze. Per le persone possedere le certificazioni Cisco è sinonimo di specializzazione delle competenze e attestazione delle conoscenze, mentre per le aziende avere nel proprio organico risorse certificate Cisco rappresenta un vantaggio competitivo e commerciale”.

Ulteriore valore della certificazione Cisco – conclude la docente – risiede nella sua natura personale: una volta sostenuto l’esame, ogni tecnico è in possesso di un codice identificativo unico al quale sono associate le Certificazioni Cisco ottenute”. 

Mattia Chetta