Scoppia la lite e manda in frantumi una vetrata: muore dissanguato un 28enne di Montesano Salentino

31757

Montesano Salentino – Un paese sotto choc, quello di Montesano Salentino, dopo aver appreso della tragedia consumatasi ieri sera ad Ancarano di Rivergaro, provincia di Piacenza, che ha avuto per vittima il 28enne Giorgio Simone.

Il giovane, originario di Montesano Salentino, lavorava da tempo come operatore socio sanitario in una cooperativa in Emilia. Sarebbe morto dissanguato dopo aver rotto con un calcio una porta di vetro, a quanto pare in seguito ad un litigio. Sul posto sono prontamente intervenuti i sanitari del 118 che hanno fatto di tutto per salvarlo ma, purtroppo, inutilmente visto il salentino è deceduto durante la corsa in ospedale per l’eccessiva perdita di sangue.

I soccorsi e la vana corsa in ospedale

Nello sferrare il calcio e rompere il vetro della porta, il giovane si sarebbe recisa la vena del polpaccio. A chiamare i soccorsi è stata la compagna che era con lui in casa, tra l’altro infermiera, finita poi in ospedale a causa del forte choc. La notizia ha sconvolto Montesano Salentino dove vivono i suoi familiari (il padre lavora per la Leo Shoes di Casarano). L’abitazione è stata posta sotto sequestro in attesa che le indagini chiariscono con precisione la dinamica dei fatti.

«La comunità di Montesano si stringe intorno all’immenso dolore che ha colpito la famiglia Simone per la prematura perdita di Giorgio. Siamo vicini, con affetto profondo e sincero, a Vittoria, ad Antonio e a Donato che vivono in questo momento un dolore straziante che è il dolore di tutta la comunità Montesanese», fa sapere il sindaco Giuseppe Maglie.

Cordoglio viene espresso anche dal “Comitato festa di San Donato” del quale faceva parte il giovane (così come il padre) molto legato al santo patrono del paese.