Torre San Giovanni (Ugento) – Il maltempo che da ieri ha colpito il Sud Salento con piogge abbondanti ed ininterrotte, ha causato l’esondazione del bacino a Torre San Giovanni. Nella località marina, infatti, il bacino ha nuovamente rotto gli argini a causa del solito intasamento provocato da un consistente cumulo di alghe e detriti allo sbocco nello Jonio.

“L’esondazione del bacino Suddenna nell’abitato di Torre Giovanni, non è di certo l’ultimo dei mali causato a questa località da anni di mancata pulizia dei bacini stessi e da una cattiva manutenzione della foce degli stessi nel tratto Risetani Colatisi – afferma Angelo Minenna, portavoce dell’associazione “Ugento nel cuore” – ormai siamo stanchi degli interventi “una tantum” di rimozione della posidonia che ottura da mesi la foce del canale di bonifica di Torre Giovanni e chiediamo alla Regione Puglia interventi seri, concreti e definitivi”.

La richiesta Minenna ricorda che nello scorso mese proprio l’associazione “Ugento nel cuore” aveva chiesto un’audizione in sede di Commissione consiliare della Regione che si occupa di agricoltura e bonifica e che, nonostante l’appoggio del consigliere regionale Ernesto Abaterusso che ha datto propria la richiesta, “ad oggi nessuna risposta è pervenuta in merito alle future ed eventuali soluzioni sinergiche da adottarsi”.

Pubblicità

Nessuna risposta dalla Regione “Mentre il silenzio la fa da padrone, questo è lo stato in cui si presenta oggi una località balneare che punta alla cosiddetta destagionalizzazione e ad attirare flussi turistici nei mesi autunnali ed invernali – conclude Minenna – è possibile che nei prossimi giorni il nostro gruppo decida di sollevare la questione anche in seno al Parlamento coinvolgendo il ministro Toninelli”.

Pubblicità

Commenta la notizia!