Sbarco notturno a Santa Cesarea Terme: salvati in sette, arrestato lo scafista. Forse ci sono dispersi

304

Santa Cesarea Terme – Sono sbarcati intorno alle 2 della scorsa notte alcuni migranti provenienti dalla zona turco-irachena. La barca che li trasportava si è incagliata nei pressi di Porto Miggiano. Alcuni di loro sono stati rintracciati compreso lo scafista, che è stato arrestato ma non è ancora possibile stabilire il numero di persone traghettate sulle coste italiane.

Al centro per migranti di Otranto sono arrivati due adulti e cinque minori. Secondo alcune testimonianze raccolre da carabinieri di Maglie e agenti della Guardia costiera di Otranto, sulla barca a vela lunga undici metri ci sarebbero state 16 persone, oltre lo scafista, un 44enne di nazionalità turca.

Una volta avvistatto il natante, i carabinieri si sono dati da fare per soccorrere e far sbarcare in sicurezza alcune persone. Un individuo inviece con un tender trasportato dalla barca, ha cercato la fuga ma è stato trovato e arrestato ed ora si trova nel carcere di Lecce. Addosso aveva 900 euro.

Pubblicità

Il pilota turco dovrà rispondere di ingresso clandestino di stranieri in Italia e abbandono di nave. Da lui potrebbero venire altri elementi per capire se ci sono stati anche dei dispersi, nella cui ricerca carabinieri e agenti della Guardia costiera si sono subito impegnati con un elicottre ed una motovedetta. Da annotare che nella zona le condizioni meteomarine erano proibitive.

 

 

 

Pubblicità