Sannicola – La lezione di legalità salta ma le polemiche restano. Accade a Sannicola dove è stato “forzatamente” annullato l’incontro nel ricordo di Aldo Moro in occasione della Giornata in memoria delle vittime del terrorismo, programmato nella mattinata di mercoledì 9 marzo presso il centro culturale di via Oberban dall’assessorato alla Cultura e alla Pubblica istruzione e dalla Pro loco di Lido Conchiglie. Gli organizzatori fanno riferimento a “sopraggiunti ed improvvisi motivi personali” e a ” motivi di opportunità” manifestati dai due ospiti, ovvero il Procuratore della Repubblica Cataldo Motta e don Raffaele Bruno dell’associazione Libera. Tali problemi, tra l’altro, sarebbero stati resi noti “a 12 ore dall’evento”. Troppe “coincidenze” per non pensare a “frizioni pre-elettorali” anche alla luce della prevista presenza dell’assessore Marzio Molle (che comunque non è tra i candidati).

La posizione della Pro loco Su quanto accaduto si registra un intervento “chiarificatore” della Pro loco. «L’assessorato, insieme alla nostra Pro Loco, già da marzo scorso tentava di organizzare un’incontro sulla legalità tra gli studenti dell’Istituto comprensivo di Sannicola ed il Procuratore Cataldo Motta, incontro ripetutamente rinviato a causa di importanti impegni istituzionali del dr. Motta comunicati, tramite lettere ed e-mail, all’Istituto scolastico ed al Comune di Sannicola».La data finale del 9 maggio è stata, dunque,  indicata dallo stesso Motta “anche in virtù della  Giornata in memoria delle vittime del terrorismo”. «Menti perverse – conclude la Pro loco – anteponendo gli interessi politici agli interessi dei giovani studenti e della comunità sannicolese, con subdole illazioni e meschini interventi presso gli ospiti e presso l’associazione Libera, hanno fatto si che “per sopraggiunti ed improvvisi motivi personali” e “per motivi di opportunità” i due ospiti, a 12 ore dall’evento, declinassero l’invito rendendo di fatto impossibile l’importante incontro».

Pubblicità

Commenta la notizia!