San Simone (di Sannicola) in festa per i 100 anni di mescia Saia, “la maestra di tutti”

3414

San Simone (Sannicola) – Festa grande, tra parenti e amici della Polisportiva, per i 100 anni di “mescia Saia” Petruzzi. Venerdì sera Rosaria Petruzzi, la nonnina di San Simone
originaria di Alezio, è stata festeggiata dai figli Valerio, Patrizia e Agata, dai nipoti Marzia, Michele, Carlotta, Fabrizio, Giorgio, Riccardo, dai tre pronipoti e dall’intera comunità in una
serata organizzata dalla Polisportiva presieduta da Fernando Leo di cui la neo centenaria è
socia. A far musica ci ha pensato il gruppo dei Kardiamundi.

Rimasta vedova in giovane età con i suoi tre bambini piccoli, mescia Saia ha sempre lavorato sia in campagna che come assistente del figlio del dottore Nucida. Ha sempre amato lo studio e la poesia e in particolare si è occupata dei bambini delle materne data l’assenza, nella frazione, di una scuola per loro.

«Tutti noi – commenta il presidente della Polisportiva Fernando Leo – siamo stati suoi allievi, le nostre mamme ci mandavano da mescia Saia per imparare a stare in classe
e qualche rudimento prima di iniziare le elementari».

Ricorda la figlia Agata: «Le lavoratrici della campagna portavano i bimbi prestissimo quando noi stavamo ancora dormendo e lei li faceva dormire con noi. Ci teneva
tanto all’educazione scolastica e i maestri Nocera e Musca facevano riferimento a lei che conosceva antiche poesie in dialetto. In tempi relativamente più recenti anche il maestro Leuccio Inglese ha fatto imparare ai bambini una poesia ricordata da lei».

Al taglio della torta erano presenti l’assessore ai Servizi sociali Ilenia Petrachi e il consigliere Patrizio Romano che hanno fatto gli auguri a nome di tutta l’Amministrazione comunale consegnandole un omaggio floreale e una targa ricordo.