Salve “autentica e ospitale” in mostra nel “press tour” per promuovere le bellezze del suo territorio

461

Salve – “Autenticità” e “lentezza” sono state le parole chiave del press tour “Slowly in Salve” che, dal 28 al 30 settembre, ha condotto giornalisti e blogger alla scoperta del territorio salvese e delle sue bellezze. L’iniziativa è stata organizzata dal Comune in occasione della Giornata nazionale dei borghi autentici, nell’ambito del progetto “Luoghi della lentezza e del saper fare“. Alla giornata nazionale hanno aderito in provincia di Lecce anche Aradeo, Salve, Ugento, Vaste (Poggiardo), Melpignano, Leverano e Martano.

Nei tre giorni di visite guidate, accolti dal sindaco Francesco Villanova, gli ospiti hanno ammirato Palazzo Ramirez e il “Tesoretto di Salve” custodito all’interno, il frantoio sotterraneo “Le Trappite”, la chiesa matrice di San Nicola Magno, Palazzo Ceuli, la chiesa di Sant’Antonio da Padova, la chiesetta dei Santi Cosma e Damiano visitando, inoltre, il borgo antico, Masseria Santu Lasi e la frazione di Ruggiano con il santuario di Santa Marina.

I giornalisti presenti

Otto in tutto i  professionisti che hanno aderito all’iniziativa: Lina Bruno (Quotidiano di Sicilia), Andrea Vismara (autore di Radio Francigena), Luciano Cravotto (direttore di Crai Tv Magazine), Antonio Campanile (direttore di Medi@Presse Swiss), Renato Banfi (direttore di Ambiente Europa), Dario Bordet (direttore editoriale di Le Roy, 24orenews.it e www.italiadagustare.it), Diana Maria Facile (blogger di www.laglobetrotter.it) e Antonella Montesi Staub (Inews Swiss). I giornalisti da Barbarano del Capo hanno, poi, percorso l’itinerario “Cammini di Leuca”, con partenza da Leuca piccola verso Leuca, percorrendo l’ultimo tratto della “Via Leucadense”. Hanno partecipato alla passeggiata insieme ai soci di Legambiente nel territorio rurale di Salve e al Convegno “Salve: luogo della lentezza e del saper fare”. Hanno visitato il “Parco archeologico diffuso” di Salve e, con un’escursione a mare in barca, hanno ammirato le Marine di Salve, Bandiera Blu 2019: Posto Vecchio, Pescoluse e Torre Pali.

Pubblicità

L’assessore De Giorgi

«Abbiamo vissuto tre giorni autentici ed emozionanti. Pieni di gente vera, sincera e ospitale e siamo convinti che la promozione turistica, con un occhio di riguardo al turismo lento, sia una delle priorità principali del nostro territorio e un punto di partenza se si vuole offrire una prospettiva a lungo termine per il settore turistico salvese. La comunità – afferma l’assessore al Turismo, Francesco De Giorgi  – deve diventare l’autrice principale dell’accoglienza nei confronti di un turista “bisognoso” di integrarsi nel tessuto sociale ma per fare questo è necessario investire nella promozione di tutti gli attrattori turistici presenti sul territorio: centro antico, chiese, necropoli archeologiche, domen, eventi culturali, gastronomia e tant’altro»

Le collaborazioni

Il press tour è stato finanziato al Comune di Salve nell’ambito dell’avviso pubblico per l’organizzazione di iniziative di ospitalità di giornalisti finalizzate alla conoscenza del territorio e dei suoi attrattori immateriali promosse dai Comuni della Regione Puglia 2019. “Slowly in Salve”si è avvalso del partenariato del Comune di Morciano di Leuca, di Anci  Puglia, Parco culturale ecclesiale “Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae”, SalveTurismo, Pro loco di Salve, circolo “Giglio delle Dune” Legambiente di Salve e associazione culturale Archès.

Pubblicità