Salve apre le sue spiagge per le persone affette da autismo. “La speranza è di poterle presto aprire a tutti”

608
Salve bandiera blu, l’assessore Francesco De Giorgi ed il sindaco Francesco Villanova

Salve – Da oggi sarà consentito l’accesso e la fruizione delle spiagge libere del comune di Salve (ovvero Torre Pali, Pescoluse, Posto Vecchio e Lido Marini) alle persone residenti affette da disabilità connesse allo spettro autistico. Le spiagge saranno fruibili, in via straordinaria, tutti i giorni dalle 9 alle 19.

Un’idea nata dalla proposta di un genitore, in questo periodo in particolare difficoltà nel gestire le esigenze del proprio figlio autistico (senza insegnanti di sostegno, con i centri per la terapia chiusi e senza neppure l’assistenza domiciliare), ed accolta con entusiasmo dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Villanova.

La richiesta telefonica

Nello specifico, le persone affette da disturbo dello spettro autistico, da Adhd e da disabilità intellettiva grave potranno recarsi in spiaggia accompagnati da un solo genitore o familiare dopo averne fatto richiesta al numero 329/1522338. La comunicazione permetterà agli organi di polizia di vigilare sul rispetto delle norme vigenti.

 «Bisogna evitare di minare l’equilibrio di queste persone dimostrandoci sensibili alle difficoltà di chi è più debole. In un contesto di giustificate restrizioni – afferma Francesco De Giorgi, assessore al turismo –  vogliamo dare un segnale di vicinanza concreta a chi, più di altri, soffre l’isolamento. Questa condizione difficile per tutti rischia di essere particolarmente grave per alcuni soggetti. Per questo, proprio a loro, abbiamo rivolto la nostra attenzione».
«La speranza è che presto le nostre belle spiagge possano tornare ad essere apprezzate e frequentate da tutti nei limiti e nel rispetto delle misure che ci verranno indicate. Salve –  conclude De Giorgi – deve tornare ad essere un posto di bellezza perché le sue spiagge, che da anni godono della certificazione di bandiera blu e verde, hanno la capacità di “curare l’anima”. Una cura di cui tutti al momento abbiamo bisogno».