Salvatore Della Villa porta l’eccellenza del teatro salentino in Europa: a Berlino lo spettacolo “Incantesimi”

1440
Salvatore Della Villa

Lecce – Gli artisti salentini continuano a farsi conoscere nel mondo: dalla musica al teatro, dopo il tour che ha portato l’Orchestra popolare Notte della Taranta in giro fra i continenti (a Cuba l’ultima tappa), ora a conquistare una vetrina internazionale è la compagnia teatrale Salvatore Della Villa.

Diretto e interpretato dallo stesso Della Villa, s’intitola “Incantesimi. Fiabe e leggende della Terra d’Oriente” lo spettacolo che è andato in scena a Berlino il 16 e replica oggi, domenica 17 novembre: l’appuntamento è alle ore 18,30 presso la Berlino Schule. Lo spettacolo è in lingua italiana. Costo del biglietto 4 euro.

Viaggio nell’immaginario pugliese attraverso le fiabe

L’iniziativa rientra nel Programmazione di internazionalizzazione della scena teatrale e coreutica pugliese 2019 finanziata dalla Regione Puglia, ed è promossa grazie all’ospitalità di Berlino magazine.

Pubblicità

Lo spettacolo, con le musiche di Gianluigi Antonaci, porta in scena il patrimonio folclorico rappresentato dalle fiabe di Puglia, nella particolare rielaborazione d’autore che ne diede Italo Calvino. Gatti parlanti, sirene, personaggi maldestri e burloni come “lu Nanni Orcu” sono i protagonisti di queste storie che offrono al pubblico l’anima viva e l’immaginario del popolo pugliese.

Salvatore Della Villa, dal Sud una vita per il teatro

Attore, regista e musicista, da oltre vent’anni Salvatore Della Villa dirige “La macchina attoriale”, scuola di teatro da lui fondata e attiva a Lecce, Maglie e Galatone. Collabora stabilmente con enti pubblici curando la direzione artistica e organizzativa di stagioni, rassegne teatrali e residenze artistiche: è direttore artistico del Teatro Comunale di Galatone, del Teatro sotterraneo Ipogeo Bacile di Spongano e del festival “Terre di Mezzo” a Surano.

Al suo attivo anche la produzione di spettacoli interamente autofinanziati, fra cui “Il piccolo principe” di Antoine de Saint-Exupéry, e collaborazioni con Riccardo Caporossi, Anna Mazzamauro, Diego Abatantuono, Alessandro Preziosi e Edoardo Winspeare.

 

 

Pubblicità