“Salento in bus” taglia fuori (ancora una volta) Casarano ed è polemica politica in città

I consiglieri di minoranza replicano al sindaco Gianni Stefàno

1659

Casarano – È polemica politica sull’esclusione di Casarano dagli itinerari di Salento in bus. Anche quest’anno la città, che pur si fregia dell’appartenenza al circuito regionale dei Comuni “a prevalente economia turistica” non vedrà passare i pullman che trasportano i turisti da un capo all’altro della Provincia. La rete di Salento in bus collega le principali località turistiche marine e pure dell’entroterra (passa anche dalle vicine Matino, Parabita e Collepasso, ad esempio) ma, come accade ormai da anni, taglia fuori Casarano.

il sindaco Gianni Stefàno

Nei giorni scorsi era stato il sindaco Gianni Stefàno a denunciare come, malgrado le ripetute richieste avanzate in tal senso, non ci sia proprio stato modo di coinvolgere la città. Oggi sono i consiglieri di minoranza ad intervenire sull’argomento con una nota segnalando come “da quando questo servizio è stato istituito Casarano non è mai stato chiamato
in causa”.

 

Pubblicità
Umberto Totaro

I consiglieri d’opposizione Umberto Totaro, Mauro Memmi, Attilio De Marco e
Luigi Bartolomeo ricordano come “per ben nove anni l’Amministrazione provinciale Gabellone sostenuta dal sindaco Stefàno non ha fatto nulla per includere la nostra città in tale percorso”, richiamando anche il ruolo di assessore provinciale svolto in passato da Stefàno, “oggi pure vicepresidente regionale Anci”.

«Noi consiglieri di minoranza abbiamo fatto richiesta al Presidente della Provincia per inserire Casarano tra le tappe del servizio perché da sempre la città ed il suo hinterland sono stati tagliati fuori dagli itinerari turistici e culturali, recando un danno di immagine ed economico. Il Consiglio provinciale di competenza – si legge nella nota – si è insediato da poche settimane, e al momento della nostra richiesta non erano neanche state assegnate le deleghe provinciali; l’ente provincia, visti i tempi ristretti, ha confermato quasi interamente la programmazione dell’anno precedente. Sarà nostra cura sollecitare per il prossimo anno l’inserimento del nostro comune tra gli itinerari turistici del servizio Salento in Bus».

Pubblicità