“Salento in bus”, coste a portata di piedi

2017

salento in busL’anno scorso furono più di 90mila i turisti che salirono sulle linee colorate del servizio “Salento in bus” per raggiungere le località della costa adriatica e ionica. Un’opportunità ormai irrinunciabile per chi arriva a Lecce e che ha prenotato in una delle tante località del litorale salentino. Immaginate che odissea raggiungere sul versante adriatico, per esempio, Castro, o su quello ionico Lido Marini.

Sì, ci sarebbe il treno delle ferrovie del Sud Est, (quando c’è perché in estate le corse sono ridotte), ma poi arrivati alla stazione di Maglie, Tricase, Gallipoli o Gagliano, a quale santo dovrebbe votarsi il turista “ottimista” più di quanto sarebbe lecito a queste latitudini?
L’intuizione della Provincia di Lecce di qualche tempo fa si è dimostrata vincente: una rete di pullman che collegano il capoluogo con tutte le località della costa sia adriatica sia ionica.

Anche quest’anno fino al 5 settembre nove linee che hanno i colori del marchio “Salento d’amare” annodano le strade del territorio permettendo ai turisti, non solo, anche ai locali, di raggiungere i luoghi sul mare. E in questo gomitolo di strade, punti di snodo e di passaggio sono anche le città dell’entroterra: oltre il capoluogo, Lecce, anche Maglie, Gallipoli, Poggiardo, Tricase, Ugento, Copertino, Leverano. Il collegamento tra la fascia ionica e quella adriatica è garantito dalla linea 102 che collega Maglie a Gallipoli (ma anche quest’anno, come nel passato, è la linea meno frequentata, perché non tutti sanno che a Maglie c’è la coincidenza per Otranto).
Fuori da questa fitta rete restano due centri importanti, Casarano e Galatina, conosciuti anche fuori dai confini nazionali perché custodiscono due tesori artistici, rispettivamente la chiesa di Casaranello e quella di S. Caterina d’Alessandria, meta non solo estiva di numerosi visitatori. La loro “colpa” è non essere direttamente sulle rotte che portano sulla costa. Peccato, perché non sarebbe male l’idea di far entrare in questa “rete” di “Salento in bus” anche le due cittadine.