Sacra corona unita: nove arresti all’aba nel Gallipolino. Altre sei persone sono indagate. Sequestro di armi e droga

3402
Gallipoli – Operazione antimafia condotta questa mattina all’alba tra Gallipoli, Parabita, Tuglie e comuni limitrofi: nove persone sono state arrestate (tre sono ai domiciliari) mentre altre cinque sono indagate a piede libero.
Le articolate indagini condotte dalla Direzione distrettuale antimafia hanno permesso di ricostruire i contorni di una classica associazione per delinquere, strutturata secondo uno schema verticistico, composta da soggetti facenti parte della “Sacra corona unita”. Insieme agli arresti ci è stato anche il sequestro di vari quantitativi di hashish e cocaina oltre ad armi ed al relativo munizionamento.

L’operazione 

L’operazione condotta L’indagine è stata condotta dai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Gallipoli, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, ed è stata ribattezzata “Le Veneri”, dal nome della grotta sita tra Parabita e Tuglie ritenuta dagli investigatori lo snodo del traffico di droga. Una decima persona coinvolta nell’inchiesta si trova attualmente in Germania.
I soggetti sono indagati a vario titolo per i reati di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione aggravata dalla metodologia mafiosa. I particolari dell’operazione verranno resi noti stamane nel corso di una conferenza stampa che si terrà presso il Comando Compagnia Carabinieri di Gallipoli. A seguire gli aggiornamenti su piazzasalento.it.