Ruffano, la passione del calcio in città fra il Real e lo Spartak

1675
Spartak Ruffano

Ruffano – Solo l’emergenza Coronavirus ha interrotto, seppur momentaneamente, la passione calcistica che fermenta a Ruffano.

Il Real e lo Spartak hanno riacceso l’entusiasmo di tutto l’ambiente, dando vita a un campionato di vertice tra due squadre della stessa città. Primo il Real (46), secondo lo Spartak (41).

L’augurio di tornare a giocare

Il campionato di Seconda Categoria è dominato dalle due belle realtà ruffanesi in un clima di sano campanilismo. A cinque giornate dal termine del campionato, lo Spartak del presidente Samuele Alibrando recita il ruolo dell’inseguitrice.

Innanzitutto mi auguro che potremo superare tutti insieme questo brutto momento e tornare alle normali attività sportive – spiega Alibrando. – Abbiamo allestito una squadra che punta alla vittoria del campionato e sino a quando la matematica non ci condannerà proveremo a conquistare la vetta al fotofinish, nonostante i 5 punti da recuperare in classifica”.

Donatello Piri

Durante la stagione – prosegue Alibrando – abbiamo avuto qualche battuta d’arresto, ma da quando c’è stato il cambio di guida tecnica da Antonio Cresta a Donatello Piri, la squadra ha ripreso a macinare punti in classifica. Se non dovessimo riuscire ad agguantare il primo posto – conclude il dirigente – proveremo a blindare il secondo posto per affrontare al meglio i play off”.