Ruffano: la festa del peperoncino “Maru” torna con due giorni infuocati di musica, sapori e arte

3781

Ruffano – La festa più piccante dell’estate salentina scalda i motori: sabato 31 agosto e domenica 1 settembre Ruffano ospita l’edizione numero 7 di “Maru”, la festa dedicata agli amanti del peperoncino piccante.

Stand “infuocati” ospiteranno dalle ore 18 un’esposizione di alcune fra le varietà di peperoncini più amari al mondo, insieme a prodotti e specialità gastronomiche che declinano il piccante in tutte le salse (anche in versione dolce, con i gelati). Luminarie, allestimenti a tema, musica, poesia e artisti di strada contribuiranno ad accendere ancora di più i vicoli del centro storico.

Non mancheranno le visite guidate, con lo storico dell’arte Stefano Tanisi (info al numero 391.3004369).

Pubblicità
Maru Ruffano
(Foto di Mauro Pastore)

IL PROGRAMMA DI SABATO 31 AGOSTO

Sabato la festa sposa la storia della città, ripercorsa attraverso il racconto della vita della tarantata Michela Margiotta e del poeta Luigi Marti: l’appuntamento (ore 19 in via Monsignor D’Urso, zona La Scurliscente) s’intitola “Il poeta, la taranta e gli umili”, è organizzato in collaborazione con “La scatola di latta” e l’associazione “Voce alle donne”, e vedrà la presenza del professor Eugenio Imbriani e del fotografo Fernando Bevilacqua.

Tanti gli artisti che animeranno i vicoli con i loro spettacoli: fra questi il Grande Lebuski con il suo nuovo spettacolo Bikeman, e la Compagnia “Teste di Legno” con il teatro di burattini.

La musica vedrà esibirsi il gruppo Afro Diaulè, con percussioni e danze africane; i giovanissimi Koinè, che porteranno la pizzica nelle corti del centro storico; Taxidi e Anna Cinzia Villani, per un viaggio dalla Grecia al Salento; Dario Muci ed Enza Pagliara, accompagnati da Ernesto Seclì alla fisarmonica e Francesco De Donatis al tamburello, per vivere le tradizioni del “Coro popolare di Terra d’Otranto”; e le selezioni di Alex dj.

Altro appuntamento molto atteso di sabato è l’albero della cuccagna, gioco simbolo delle feste di una volta, che diverte da sempre grandi e piccini.

Mostre. Sia sabato che domenica, inoltre, si può visitare la mostra “Libya, history and memories”, allestita nel frantoio ipogeo, a cura di Arci Lecce e degli ospiti del progetto Siproimi (Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per minori stranieri non accompagnati) di Tricase.

Maru Ruffano
(Foto di Luca Lillo)

IL PROGRAMMA DI DOMENICA 1 SETTEMBRE 

Domenica tornano a suonare per le corti i giovanissimi Koiné; ma ci saranno anche la musica itinerante della Misto band – Street band; il Solo Quiero Imaginar, trio di chitarra acustica con Lucio Margiotta, Rocco Mastrolia e Checco Leo; la musica cantautoriale di Gioele Levantaci; e il concerto conclusivo degli Skanderground (ore 23 in piazza IV novembre).

In programma laboratori per grandi e piccini, come quello di arte circense a cura della scuola di circo Tabarin (di Parabita); o il laboratorio di danza africana a cura di Afro Diaulè. E sia sabato che domenica il laboratorio di burattini con la compagnia “Teste di legno”, e le letture animate della “Soffitta itinerante” (info al numero 340. 3711474).

Per il teatro di strada, spazio allo spettacolo “Fiesta” (fun, incredible, extreme, street theater, art), della compagnia italo messicana TravieCircus.

Momento clou della festa sarà la gara di resistenza al piccante, che vedrà i più temerari sfidarsi nell’assaggio delle varietà di peperoncini più piccanti al mondo (info al numero 340. 3711474).

ORGANIZZATORI

“Maru” è organizzato da Made in Soap e Idee in movimento, con il patrocinio e la collaborazione di Regione Puglia, Comune di Ruffano, Accademia italiana del peperoncino, associazione ODV Kairòs, associazione “La Scatola di Latta”, Università del Salento, Orto Botanico e delle varietà orticole del Salento, Rete Biodiverso, associazione Viviruffano, Pro loco Ruffano, Museo della civiltà contadina di Torrepaduli, Arci Lecce.

 

Pubblicità