13.8 C
Gallipoli
mercoledì 27 Maggio 2020, 2:43

Lu sciroppu te cantina bona medicina

Simu Salentini. Autunno, prepariamoci ad affrontare quelli che vengono ritenuti gli inevitabili mali di stagione: raffreddori, prima di tutto, tosse, bronchiti e altri disturbi dell’apparato respiratorio. Le cure? Siamo pronti a ricorrere al medico...

Per Cristina il destino è “fato a mano”

SIMU SALENTINI. Menzione d’onore a Cristina Mercuri (foto) durante la quinta edizione del Premio internazionale per l’aforisma “Torino in Sintesi” che si è svolto recentemente nella città piemontese. Si tratta del contest più...

Un luogo per due "sì"

Simu Salentini. Nella splendida cornice della cattedrale di Sant’Agata nel centro storico, resa ancora più sontuosa con l’addobbo floreale della “Fioreria del corso” di Gallipoli, ha preso forma il sogno d’amore di Adina...

Harold Stevens, il colonnello che fece deviare le bombe lontano dalla “Città bella”

GALLIPOLI. C’è un filo sottile che lega le sorti di Gallipoli durante la seconda guerra mondiale ai messaggi in codice delle trasmissioni di Radio Londra. Questi messaggi speciali erano diretti a gruppi di...

“C’eravamo anche noi” in Russia: i soldati leccesi in un libro

SIMU SALENTINI - La premessa è chiara e posta  all'inizio del lavoro: «Non vuole essere un libro di storia, ma una raccolta di memorie dei protagonisti di una guerra assurda». La guerra assurda...

Gaetano Romano, voce di Casarano

Simu Salentini. "Muore giovane chi agli dei è caro" dicevano gli antichi. Uno dei tanti luoghi comuni consolatori per una vita strappata troppo presto. Questa sorte toccò ad un giovane poeta di Casarano,...

Facimu toccu “Tirittuppiti tocca a te”

Simu Salentini. A un bambino che smanetta già a quattro anni su una tastiera di computer, che  sa tutto dei personaggi dei cartoni animati, che conosce tutte le novità in campo dei giochi...

“Nel nome di ieri” e di Elisa

Non è solo il titolo del suo ultimo libro, edito da Besa di livio Muci di Nardò. “Nel nome di ieri” è una retromarcia. Quella di un’auto che corre sui rabbiosi granuli d’asfalto...

Mammalie racconta

Una donna, Elena, dietro la distruzione di Troia, un’altra donna, bellissima, di cui non sappiamo il nome, dietro quella di Ugento del 1537. I numeri danno una pallida idea di quella che  dovette...

Dolci, confetti e la sposa

Simu Salentini. I gesti erano quasi furtivi e velocissimi: con il palmo della mano ben aperta si arraffavano quanti più dolcetti o confetti era possibile, poi si mettevano subito nella borsetta che veniva...

Da Alezio, la storia della vecchia via Sallentina

ALEZIO. Via Roma è la più lunga strada di Alezio e il suo percorso a serpentina, da via Gallipoli a via Sannicola/Tuglie, conta i numeri civici fino a 368 a sinistra e 313...

Pietre, cultura e soldi. Dai menhir all’architettura rurale e al design contemporaneo

"È fatto di pietra il mio Sud/di terribili uomini in lotta/contro la roccia da millenni", cantava Ennio Bonea in  “Sono uno di loro" mettendo in risalto l'elemento che con l'ulivo connota il paesaggio...

Pasqua e le uova, i riti e i giochi

L’uovo è stato in ogni tempo, ed è il protagonista della Pasqua. Non penso alle moderne uova di cioccolato con la sorpresina nella pancia. Impensabile nel 1950. Mi riferisco invece alle uova di...

Un dialetto? No tanti

In principio c’era Gerald Rohlfs e il suo “Vocabolario dei dialetti salentini”, Congedo editore. Era il 1975 e con il Vocabolario furono fissate le indagini linguistiche condotte in 140 paesi di cui 102...

In evidenza

Le vostre lettere

Turismo

Notizie più lette