Rubarono in casa dell’assessore Loredana Capone: arrestati due fratelli

641

Lecce – Arriva l’arresto per i due ladri responsabili, a inizio gennaio 2019, di altrettanti furti aggravati presso le abitazioni leccesi dell’assessore regionale Loredana Capone e di un vicebrigadiere della Guardia di finanza: in manette sono finiti due fratelli, Ciro e Francesco D’Asta, rispettivamente di 52 e 31 anni, residenti il primo a Bari e il secondo a Modugno.

A eseguire l’arresto sono stati nella mattinata di oggi gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso la Squadra mobile di Lecce, in collaborazione con la Mobile della Questura di Bari.

Incastrati dalle telecamere

Importante nelle indagini è stata l’acquisizione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza, che hanno permesso di collocare i due rapinatori sulla scena del crimine.

I fratelli D’Asta si erano introdotti presso l’abitazione dell’assessore Capone trafugando argenteria, gioielli e altri beni di valore; mentre dall’abitazione del vicebrigadiere avevano portato via gioielli per un valore di circa 3mila euro. I due dovranno ora scontare gli arresti domiciliari.