Ruba foto di ragazze dai social per poi ipotizzare (su un altro profilo) stupri e violenze: nei guai un minorenne del Leccese

3141

Lecce – Decine di ragazze hanno riconosciuto le proprie foto su uno strano profilo Telegram dove, a propria insaputa, qualcuno le aveva postate collegandole a post volgari. Responsabile sarebbe un 17enne della provincia di Lecce nei cui confronti sono già in corso le indagini avviate dalla Questura in seguito alle denunce delle stesse vittime.

Il profilo in questione (in seguito reso privato) sarebbe una sorta di accozzaglia di “pensieri” e foto che considerano le donne alla stregua di oggetti, “da picchiare o versagli addosso l’acido”, come scritto in alcuni commenti. Tale gruppo affonderebbe le sue radici a Roma ma sono in tanti a contribuire alla sua diffusione. Tra questi anche il minorenne della provincia di Lecce che è stato già identificato.

Le foto rubate

Sarebbe stato lui a rubare da altri social le foto delle ragazze, condendole con frasi irriguardose di sesso e violenza estrema (con chiari riferimenti a stupri e spedizioni punitive).

Alcuni screenshot delle chat scambiate con alcune ragazze, che lo hanno poi contattato direttamente cercando spiegazioni sul suo comportamento, rappresenterebbero una chiara ammissione di colpa da parte del ragazzo.