Rimozione di rifiuti in aree costiere: pioggia di contributi della Regione. La parte del leone per Otranto, Gallipoli, Nardò, Porto Cesareo

978

rifiuti a Baia verdeGallipoli – Il massimo del contributo possibile, 150mila euro, al Comune di Otranto; 136mila circa a Nardò; 110mila a Porto Cesareo; 137mila a Gallipoli: sono i destinatari dei contributi della Regione per la rimozione di rifiuti dalle aree costiere. Dalla pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione gli Enti avranil progetto di intervento ed ottenere il finanziamento.

La suddivisione dei 4 milioni a disposizione porterà benefici anche ad altri Comuni del Sud Salento: Alessano riceverà 6.448 euro; Alliste 24mila; Andrano 10mila; Castrignano del Capo poco più di 30mila; Castro 30.500; Corsano 25mila; Gagliano del Capo 59.600; Galatone 10mila; Morciano di Leuca 7mila; Patù 13.800; Racale 17.700, Salve 27.500; Santa Cesarea Terme 65.800; Taviano 4.600; Tricase 43.300; Ugento 63,300.

Tra le spese ammissibili connesse alla realizzazione dell’intervento figurano quelle per la rimozione ed il trasporto e conferimento ad impianti autorizzati allo smaltimento; per la consulenza, progettazione e direzione del’esecuzione del servizio; le spese per le indagini ambientali e ripristino dei luoghi.

Pubblicità

Nella delibera della Giunta regionale si legge anche a tal proposito che “a valle del’attività di rimozione dei rifiuti abbandonati da strade e sentieri di accesso alle aree costiere, può essere prevista la scarificazione del terreno e l’esecuzione di indagini ambientali”.

Pubblicità