Rifiuti e Aro 6: Alezio tra i Comuni virtuosi. Differenziata al 76%; rifiuto organico con scarse impurità; l’indifferenziato ridotto ad un quinto

823
Andrea Barone

Alezio – Alezio si “differenzia” e si posiziona al secondo posto tra i Comuni virtuosi in fatto di raccolta differenziata, a due settimane dall’avvio del nuovo servizio di igiene urbana nel territorio dell’Aro Lecce 6. Il Comune messapico ha raggiunto il 76% di raccolta differenziata, un punto in più rispetto all’obiettivo previsto a regime, superato anche da Sannicola e Seclì.

C’è comunque una partenza complessivamente positiva del servizio avviato lo scorso 21 gennaio in un bacino di circa 90mila abitanti (ne fanno parte anche i Comuni di Aradeo, Collepasso, Galatone, Neviano e Tuglie, con Nardò capofila), in cui si è registrata una media superiore al 65%, soglia minima prevista dal Piano regionale gestione rifiuti urbani, 49 in più rispetto ai dati medi del 2018.

E’ un dato eccezionale – commenta il Sindaco di Alezio, Andrea Barone – considerato che fino a ieri le percentuali di differenziata nel nostro Comune si attestavano sempre intorno a un desolante 15%. Il risultato è frutto dell’impegno dei cittadini e del lavoro continuo e responsabile dell’Amministrazione comunale e, in particolare, dell’assessore all’Ambiente Eleonora Romano.  E’ un importante segnale del cambiamento che il gruppo di maggioranza Grande Alezio sta portando avanti con dedizione”.

Pubblicità

Tariffa confermata Inoltre lo scorso 23 gennaio presso il centro di compostaggio “Eden 94” di Manduria l’assessore Romano ha assistito all’omologazione del rifiuto organico conferito nel Comune di Alezio, che ha attestato una percentuale di impurità del 2.4%. Un dato tra i più bassi del Comuni dell’ambito, che permette anche di mantenere la tariffa di conferimento applicata al minimo (110 euro a tonnellata); sopra il 5% di impurità la tariffa sarebbe stata di € 126,50 a tonnellata.

I quantitativi dei conferimenti le frazioni riciclabili (plastica e metalli, carta, cartone e vetro) – che consentono al Comune di introitare il contributo ambientale Conai, come ricordano gli amministartori – sono raddoppiati, mentre quelli dei rifiuti indifferenziati si sono ridotti ad un quinto”.

Eravamo molto fiduciosi – dichiara l’assessore Eleonora Romano (foto) – ma ora siamo certi della fattiva collaborazione dei nostri concittadini che ringraziamo per il senso di civiltà con cui hanno accolto il nuovo servizio. A breve saranno introdotte ulteriori novità che andranno a migliorare i servizi ambientali offerti alla cittadinanza. Continueremo costantemente nell’attività di informazione, sensibilizzazione e controllo convinti che il valore aggiunto è rappresentato dal coinvolgimento e dalla partecipazione della comunità. Siamo particolarmente grati agli operatori ecologici, al gestore del servizio, agli Uffici comunali, alle ragazze del front office per la professionalità e l’indispensabile lavoro di squadra”.

Pubblicità