Gallipoli – Gli occhi delle telecamere per scovare chi sporca la città: a Gallipoli sono tre i trasgressori immortalati, a poche ore dall’installazione delle fototrappole nel centro storico della città, mentre abbandonato indebitamente i sacchetti della spazzatura. Nell’esprimere la propria soddisfazione, amministratori comunali e Polizia locale garantiscono che tale controllo proseguirà sull’intero territorio comunale.

«Tali atteggiamenti vanificano la buona condotta degli altri cittadini e a pagarne le conseguenze è solo la città. Dopo anni di lamentele è giunto il momento di sanzionare tutti i trasgressori, nessuno escluso», fa sapere il presidente della commissione Ambiente, Mino Nazaro nel ringraziare quanti si sono dati da fare per realizzare il progetto, “gli amministratori, la Polizia municipale e in particolare il dottor Luigi Busti dell’ufficio servizi Informatici».

L’operazione “fototrappole” ha, infatti, coinvolto vari settori della macchina amministrativa, dall’ufficio Ambiente a quello dei Servizi Informatici fino alla Polizia municipale. «Con il nuovo servizio di raccolta differenziata, che partirà a breve, occorre educare prima di tutto gli abitanti a rispettare la propria città. Se nel periodo estivo ci si lamenta dei turisti, ora diviene necessario sottolineare come gli incivili individuati sono tutti residenti del centro storico», ontinua il vice sindaco Giuseppe Venneri. Da parte dell’assessore alla Pm Paola Scialpi la conferma che l’operazione pulizia sarà costante: « I controlli continueranno sull’intero territorio comunale e saranno serratissimi»

Pubblicità

Commenta la notizia!