Riecco le Tavole di San Giuseppe. E della solidarietà: in campo associazioni, scuole, volontariato. Gara tra sette paesi

Rilancio di un antico rito che ogni anno si rinnova

1137

Minervino di Lecce – La tradizione delle Tavole di San Giuseppe a Minervino diventa occasione per il Lions e il Leo club di Maglie di interpretare il senso profondo di un rito che ogni anno si rinnova in alcuni paesi della fascia adriatica: dare concretezza alla solidarietà aiutando chi è in una situazione di disagio. Con Minervino nella preparazione di più o meno sontuose Tavole gareggiano Giurdignano, Uggiano, Casamassella, Otranto, Cocumola, Giuggianello, San Cassiano.

Il programma Il 18 marzo, la vigilia della festa di San Giuseppe,  alle ore 19 presso la  Dimora Duchessina (via Castello), la  manifestazione “ Seconda Tavola della solidarietà” si aprirà con la mostra “Le tavole-tradizione, devozione e cultura” realizzata  dagli studenti dell’Istituto Professionale servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera (Ipseo) “Moro” di Santa Cesarea Terme. Previsti gli interventi del Sindaco di Minervino, Fausto De Giuseppe, del dirigente dell’Ipseo “Aldo Moro” di Santa Cesarea Terme, Paolo Aprile; della presidente dei Lions Maria Gabriella Piccinno e del presidente di circoscrizione Michele Distefano. Interventi musicali di Sabrina Liù Luciani (arpa) e Brunella Luciani (pianoforte).

Benedizione della Tavola e consegna  dei pacchi ai “santi” Secondo la tradizione il rito inizierà con la benedizione della Tavola, successivamente tutti i generi alimentari, che sono stati raccolti il 9 marzo scorso, saranno consegnati ai  13 “santi” che siederanno alla Tavola e che sono i rappresentanti di altrettante associazioni operanti sul territorio. I pacchi saranno poi distribuiti a famiglie meno fortunate.

Pubblicità

Le associazioni sono: associazione Sunrise (San Giuseppe); Suore alcantarine Maglie (La Madonna); Protezione civile Minervino (Gesù Bambino); associazione “Dono di Maria” Maglie (San Gioacchino); Croce rossa italiana sez. di Lecce (Sant’Anna); Caritas Corigliano d’Otranto (San Zaccaria); Commissione pari opportunità Comune di Minervino (Sant’Elisabetta); associazione e centro ecumenico Oikos “A. Lundin” (Santa Maria Maddalena); Caritas Muro Leccese (San Pietro); Volontariato vincenziano Maglie (Santa Caterina); associazione Amici della musica Aradeo (San Tommaso); Assistente sociale Comune Cannole (Sant’Agnese).

Ampia partecipazione Alla preparazione della Tavola, alla raccolta degli aiuti alimentari hanno partecipato in tanti: cittadini di Minervino, docenti e studenti, attività commerciali del territorio.  La tavola rimarrà imbandita per la visita nel corso della serata di numerosi “devoti” che per tradizione faranno il giro delle Tavole imbandite nelle case per rinnovare il messaggio di solidarietà.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità