Riconoscenza, il cane ce l’ha, gli umani ancora no

1922

PzzSlnt_32_01.indd“La riconoscenza è una “malattia” del cane che speriamo un giorno possa “trasmettersi” all’uomo. Sono la Signora Francesca Vincenti di Gallipoli, la volontaria che si è occupata del nostro piccolo grande Zizzù (il cagnolino trovato a San Simone con l’acido che gli corrodeva l’occhio ed operato d’urgenza a Gallipoli); ora che sta bene e mi sento tranquilla, vorrei fare i dovuti ringraziamenti. Grazie infinite al prof. Mariano Fernando Polimeno e alla signora Simona Fracasso, che sono stati i primi a correre presso lo studio del dott. Matteo Vincenti (il veterinario che l’ha avuto in cura), i primi a far diventare questa notizia un caso mediatico ed i primi a visitare il luogo dove vive Zizzù per provvedere alle sue necessità. Persone uniche, squisite e meravigliose che per me è stato un onore conoscere. Grazie alla volontaria e amica Cristina Fiamma, che ogni giorno combatte il randagismo come me; grazie al vice presidente del movimento “Avviamo il Sud” Antonio Morello, che ha definito “Assurdo l’episodio” e che ha offerto 1000 euro per chi incastrasse i responsabili.

Ringrazio di cuore il direttore Fernando D’Aprile e la giornalista Anna De Matteis, che per primi hanno pubblicato su Piazzasalento la storia di Zizzù, facendola conoscere a migliaia di persone e contribuendo affinchè la notizia non finisse nel dimenticatoio. Grazie a Cristiana ed Andrea De Jaco di Sannicola, persone speciali, ed ai ragazzi di Sannicola e San Simone, che hanno provveduto a sensibilizzare l’opinione pubblica attraverso dei manifesti; un grazie soprattutto al veterinario e amico, il dott. Matteo Vincenti, che ha messo a disposizione la sua professionalità, la sua generosità e il suo tempo senza pretendere nulla in cambio, impegnandosi anche a dare a Zizzù tutto quello di cui avrà bisogno per la sua salute in futuro. Grazie, grazie di cuore a tutti gli abitanti di Gallipoli, San Simone e paesi limitrofi che si sono messi a disposizione con le loro offerte e per qualsiasi cosa e a tutti coloro che non ho nominato perché siete migliaia. Grazie a tutti, sono commossa. Grazie a voi Zizzù è tornato a vivere”.

Francesca Vincenti – Gallipoli

Pubblicità
Pubblicità