Ricerca sulle quattro colonne sopravvissute della Cattedrale: il Comune di Otranto si candida ricordando lo scultore Riccardo

264

Otranto – Le quattro colonne sopravvissute della cattedrale dei Otranto, appartenenti all’altare dei Martiri del 1480, unica opera autografa dell’architetto rinascimentale Gabriele Riccardo, progettista di Santa Croce a Lecce, sono al centro di uno studio a cui il Comune di Otranto ha deciso di partecipare.

Il progetto storico artistico è stato lanciato dal Cuis, il Consorzio universitario interprovinciale salentino,  che ha indetto un bando pubblico. Si chiama infatti “Diatessaron” il progetto, cioè quattro colonne, le stesse prima richiamate, ed è curato dal dottor Fabio Antonio Grasso.

Lo scultore progettò anche Santa Croce a Lecce

Il Sindaco di Otranto Pierpaolo Cariddi

Lo studio ha come obiettivo “l’approfondimento, la verifica storico-critica dell’attività dell’artista Riccardo, uno dei più noti – si legge nella decisione della Giunta guidata da Pierpaolo Cariddi – e singolari fra gli architetti e scultori rinascimentali in Puglia e nell’Italia meridionale”.

Pubblicità

In caso di approvazione della proposta progettuale idruntina, il Comune, in qualità di capofila, cofinanzierà l’iniziativa con 3mila euro.

 

Pubblicità