Riapertura “in sicurezza” per il cine-teatro Italia di Gallipoli: attesi Mogol e Samuele Carrino con il suo “Spaccapietre”

3591

Gallipoli – Riprende “in sicurezza” e nel rispetto delle norme anti-contagio la programmazione del cinema-teatro Italia e dello Schipa di Gallipoli. Dopo la chiusura delle sale dello scorso 8 marzo, per il rapido diffondersi dell’emergenza Coronavirus su tutto il territorio nazionale, arriva ora la comunicazione ufficiale della riapertura da parte del gestore e proprietario Gianluigi Petrucelli, colui che ha preso in mano le redini dei Cinema teatro riuniti dopo la morte del padre Pasquale, per tutti “Ninuzzo”, dello scorso dicembre.

«Ripartiamo nella massima sicurezza, con mascherine e distanziamento: ce n’è per tutti i gusti», Gianluigi Petrucelli presentando i primi appuntamenti che già da venerdì 16 ottobre propongono, alle ore 21, “Mogol racconta”, condotto da Marco Antonio Romano con la presenza del noto autore musicale accompagnato dall’orchestra sinfonica “Oles”, diretta dal maestro Valter Sivilotti, e dal cantante gallipolino Michele Cortese (al pianoforte Daniele Vitali, alla chitarra Davide Sergi).

Per “Spaccapietre” ci sarà Samuele Carrino 

Sabato 17 ottobre, invece, sarà la volta dei film, per ora solo al Teatro Italia (con tre sale) in attesa della prossima apertura dello Schipa. Si comincia con lo spettacolo unico delle 20.30 nella sala centrale con “Spaccapietre”, il film di Gianluca e Massimiliano De Serio  che vedrà la presenza in sala degli attori Salvatore Esposito e del piccolo “grande” gallipolino Samuele Carrino, protagonista ad appena dieci anni, che prima della proiezione saluteranno il pubblico e presenteranno il loro film.

Subito dopo, il giudice, regista e attore teatrale Salvatore Cosentino, introdurrà il tema del film, parlando del triste fenomeno del caporalato. Seguirà l’intervento del sindaco Stefano Minerva che consegnerà agli attori una targa-ricordo della città di Gallipoli. La proiezione di “Spaccapietre” proseguirà anche nei giorni successivi, sempre nella sala grande.

Chiuso il botteghino il 16 e il 17 ottobre

Sempre al fine di assicurare la massima sicurezza, la direzione comunica che nelle serate del 16 e del 17, per Mogol e “Spaccapietre”, il botteghino resterà chiuso e sarà consentito l’ingresso solo alle persone munite di biglietto. Il botteghino sarà aperto tutti i giorni che precedono lo spettacolo, sino alla mattina dell’evento, dalle ore 9 alle 13, e dalle 19 alle 22,30.

Nelle altre due sale, invece, sempre a partire da sabato 17, saranno proiettati i film “Greenland” e la commedia italiana “Divorzio a Las Vegas”. Venerdì 30 ottobre sarà la volta del cabaret con i Malfattori mentre per novembre è già stata programmata una rassegna di teatro dialettale con le compagnie locali.