Rete di idroscali tra Italia e Grecia: anche Gallipoli avvia le attività per il progetto con Nardò e Corfù

622

Gallipoli – Approvato il progetto Swan per la creazione di un sistema regionale di trasporto sostenibile attraverso un aerodromo acquatico; approvata pure la convenzione tra i partner che sono l’Autorità portuale di Corfù (capofila), i Comuni di Corfù, Nardò, Gallipoli, Sistema portuale del mar Jonio di Taranto: sono questi alcuni punti della decisione presa dalla Giunta comunale di Gallipoli nei giorni scorsi.

Gli aerodromi acquatici, i cui siti verranno indicati dai rispettivi Enti locali e che fanno parte di un programma europeo di cooperazione transfrontaliera Grecia-Italia, hanno un budget complessivo di 2 milioni 633mila euro circa.

I fondi europei ammontano a 456.875 euro

La Giunta comunale ha preso atto che la somma a disposizione del proprio progetto è pari a 537.500 euro, di cui 456.875 provenienti da fondi europei (l’85%) e 80.635 euro a carico delle finanze nazionali.

Pubblicità

Come si ricorderà, i numeri per l’aerodromo da realizzare nelle acque di Nardò sono simili: 533mila euro, con 79.949 dalle casse nazionali. L’idroscalo dovrebbe sorgere a Santa Maria al Bagno.

Incarico all’Aviazione marittima italiana

L’Esecutivo guidato dal Sindaco Stefano Minerva, ha preso anche atto del Memorandum d’intesa siglato nel 2016 e del supporto di consulenza tecnica specializzata che fa capo alla società italiana “Aviazione marittima italiana – Idroscalo Molo degli Inglesi” con sede a Santa Maria di Leuca. A questa società si riconosce una notevole esperienza “nella realizzazione e nello sviluppo di idrosuperfici  così come nella conoscenza delle norme che le regolamentano”.

Toccherà questa società “produrre il progetto di fattibilità tecnica ed economica che consentirà l’affidamento dell’attività di progettazione”. I dirigenti comunali dei settori 3 e 4 procederanno quindi ad affidare i servizi di progettazione esecutiva, localizzazione del sito, analisi design e valutazione dell’impatto ambientale con particolare riferimento all’abbattimento del rumore per un importo di 89mila euro. Obiettivo: la creazione di un idroscalo e di un terminal.

Al consorzio Cetma la gestione del progetto

Nei giorni scorsi era stato compiuto un altro passaggio importante, ad indicare che il progetto Swan sta letteralmente per decollare. E’ stata aggiudicata al consorzio brindisino Cetma la gestione del progetto dell’aerodromo acquatico interregionale.

(nelle foto la presentazione del progetto Swan a Gallipoli nel febbraio scoso e un idrovolante del club di Leuca)

 

Pubblicità