Recuperato relitto dai volontari della “Paolo Pinto” di Gallipoli

2356

GALLIPOLI. Lo scorso 13 aprile l’associazione subacquea di volontariato Paolo Pinto – Protezione civile di Gallipoli ha provveduto alla rimozione del relitto di  una  barca, da anni abbandonata e semiaffondata, situata sotto una delle palastre del ponte seicentesco di Gallipoli. Al relitto era ancora attaccato il motore (ritirato dalla ditta Ecometal di Melissano) motivo in più per intervenire al fine di evitare ulteriori danni all’ambiente.

I lavoro dei volontari è stato impegnativo: i sub dopo aver fatto emergere l’imbarcazione legandola a delle cime hanno completato l’operaione con l’ausilio di un braccio meccanico  messo a disposizione dalla ditta Spada Riccardo di Gallipoli. Dello smaltimento della barca  si è occupato il Comune di Gallipoli. Nella stessa mattinata è stato tentato, inoltre, il recupero di un verricello affondato nello specchio d’acqua antistante il porto del Canneto di Gallipoli ad una profondita’ di circa metri 3,5. Date le dimensioni del verricello e le difficoltà riscontrate nel suo recupero, le operazioni riprenderanno domenica 27 aprile 2014.