Recuperati i fondi sociali del 2016-17: da assumere 15 assistenti per gli sportelli informativi ed altri servizi di inclusione

369
Angelo Mita

Gallipoli – Possono finalmente vedere la luce gli interventi sociali previsti per gli anni 2016-17 e bloccati per le lungaggini dovute al concorso fatto dalla Regione per l’assunzione delle assistenti sociali. Si tratta di accesso al welfare (sportelli informativi), informatizzazione (cartelle sociali), educativa per minori (segnalati dai Tribunali), integrazione scolastica (accanto agli insegnanti di sostegno).

I fondi da spendere Ci sono, da quegli anni, disponibili e da spendere 1 milione 143.211 euro del Pon Inclusione del Fondo sociale Fse che l’Autorità di gestione ha consentito di far slittare negli anni 2018-19, non essendo stati utilizzati quei soldi nel biennio precedente. Come mai questa giacenza di risorse inutilizzate?

Tutto è dipeso dal concorso per le assunzioni delle assistenti sociali, che è stato gestito dalla Regione per quegli Ambiti di zona che hanno scelto questa opzione invece di svolgere concorsi a livello locale. Con Gallipoli hanno scelto la strada regionale anche gli Ambiti di Gagliano del Capo, Maglie, Casarano. Il concorso è stato concluso appena un anno fa.

Pubblicità

Gli assistenti sociali da assumere sono 15 ed agiranno presso i Comuni dell’Ambito sociale di zona, cioè Gallipoli, Alezio, Alliste, Melissano, Racale, Sannicola, Taviano, Tuglie ed anche a livello di distretto. Le operatrici agli sportelli per le informazioni laroreranno a tempo pieno.

Di recente il coordinamento istituzionale – composto dai Comuni e dal Distretto sociosanitario – presieduto dall’assessore gallipolino Angelo Mita, hanno preso atto della nota del Ministero del lavoro e delle politiche sociali con cui si autorizza lo slittamento della somma indicata al biennio in corso.

Di conseguenza è stato dato mandato al responsabile del Piano di zona, Angelo Palmisano di Tuglie, di prendere i provvedimenti necessari per realizzare gli interventi finanziati stabiliti “nell’ambito del Piano locale di contrasto della povertà”, approvato di recente dalla Giunta comunale gallipolina.

 

 

 

Pubblicità