Rapina alla tabaccheria di Scorrano: condannati con il rito abbreviato due di Ugento mentre il complice di Casarano affronta il processo

4040

Ugento – Due anni di reclusione ciascuno sono stati inflitti a due dei tre autori della rapina tentata lo scorso 23 gennaio in una tabaccheria di Scorrano. Il colpo sfumò soltanto grazie all’attivazione dell’allarme da parte della proprietaria: ad entrare nell’esercizio commerciale armati di pistola e con il volto coperto furono il 35enne Marco Casciaro ed il 19enne Salvatore De Gaetani, entrambi di Ugento.

I due vennero identificati grazie alla visione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona mentre un terzo complice, il 26enne di Casarano Mirko Gennaro era rimasto in auto (una Toyota Yaris) ad attendere i complici.

A processo il complice di Casarano

Mirko Gennaro

Mentre i due ugentini oggi condannati con il rito abbreviato (con pena sospesa) vennero arrestati nei giorni successivi il tentato colpo e posti agli arresti domiciliari, il casaranese (che ha scelto di essere giudicato con il rito ordinario) si consegnò spontaneamente ai carabinieri presso lo studio del suo legale di fiducia a Terlizzi (Bari) e poi associato presso la casa circondariale di Trani.

Pubblicità

Parte civile nel processo si sono costituiti la proprietaria della tabaccheria e l’uomo che cercò di bloccare la loro fuga salvo essere minacciato di morte.

Pubblicità