Casarano – Nuovi guai per il 44enne Daniele Buono arrestato lo scorso 7 maggio per la rapina al supermercato Conad di viale Stazione a Casarano. In seguito ad una perquisizione domiciliare, i carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Casarano, insieme ai colleghi della Stazione di Melissano, hanno rinvenuto una pistola scacciacani calibro 38 con tamburo in metallo color argento, impugnatura in plastica color marrone, priva del relativo tappo rosso.

È stato lo stesso 44enne a permettere ai militari di trovare l’arma che era nascosta all’interno di un’intercapedine nello scantinato condominiale di sua pertinenza. L’uomo, già agli arresti domiciliari per la rapina di due settimane fa, è stato deferito non solo per l’arma ma anche per “detenzione illegale di munizionamento” per essere stato trovato in possesso di tre proiettili inesplosi: calibro 9×21 marca Winchester, calibro 38 marca S&w e calibro 6.35 G.f.l.

In un terreno abbandonato sito in via Mercantini (non lontano dal ponte sulla ferrovia di via Solferino), i carabinieri hanno pure trovato due biciclette mountain bike, marca Bh grigia con strisce rosse e nere e marca Mounty grigia, nonché una felpa,  una tuta verde tipo militare, un giubbino in naylon e due paia di guanti. Tutto il materiale, ad eccezione dei tre proiettili, risulta utilizzato dal Buono insieme al 50enne Cosimo Fossanova, per compiere la rapina al supermercato.

Pubblicità

Commenta la notizia!