Ragazzi alla prova con il Certamen al Liceo “Montalcini” di Casarano

Tra i vincitori anche studenti da Matino, Tricase, Maglie

2591

 

Casarano – Archiviata la decima edizione del “Certamen Latinum Salentinum” organizzato dall’Istituto di istruzione superiore “Rita Levi Montalcini” diretto da Monia Casarano. La cerimonia di premiazione si è svolta nei giorni scorsi, alla presenza del sottosegretario al Miur Salvatore Giuliano, già preside del “Montalcini”, del dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Vincenzo Melilli, del sindaco di Casarano Gianni Stefàno e dei docenti di UniSalento Fabio Pollice e Saulo delle Donne.

Nella sezione esterni a vincere, per il quinto anno, è stata Cecilia Fiocco, seguita da Anna Viola De Matteis, entrambe del Liceo classico “Palmieri” di Lecce; per il quarto anno, Alessia Giarnera del  Liceo classico “Lanza-Perugini” di Foggia si è aggiudicata la vittoria, incalzata da Cristina Spoletta del Liceo classico “Carducci” di Nola; per il terzo anno, a vincere è stata Grazia Di Nuzzo del “Carducci” di Nola, seguita da Monica Chilla del Liceo classico “Capece” di Maglie.

Pubblicità

Nella sezione interni, invece, per il quinto anno ha vinto Emma Manco della classe V B, già vincitrice della seconda edizione del “Certamen Nolanum” tenutosi lo scorso 28 marzo a Nola; per il quarto  anno, Edoardo Toma della IV A; per il terzo anno, Arianna Buccarello della III B.

Ad aggiudicarsi il Certame Dantesco sono stati, per la sezione esterni, Anna Borrello del Liceo classico “Stampacchia” di Tricase e, per la sezione interni, Maria Basurto della IV A del “Montalcini”. Infine, il concorso “La Scuola secondaria di Primo grado verso il Certamen” ha visto trionfare, pari merito, Chiara Caputo del Polo 3 di Casarano e Martina Tamborrini del Comprensivo di Matino.

A giudicare dalla risposta e dal livello dei partecipanti, le lingue classiche continuano, dunque, a conservare un certo fascino, anche se, come ha sottolineato il sottosegretario Giuliano: «Se vogliamo intercettare l’enorme creatività degli alunni dobbiamo sicuramente rivisitare le nostre metodologie didattiche».

Un fronte, questo, sul quale il Liceo “Montalcini”, grazie all’impegno della scuola paritaria San Giovanni Elemosiniere e alla collaborazione con UniSalento, è in prima linea, grazie alla sperimentazione del Metodo Ruggiero, ideato da Giampiero Ruggiero che proprio nell’istituto casaranese insegna greco e latino.

Pubblicità