Raffaele Coppola ai vertici della Giustizia vaticana

5299

Raffaele Coppola ai vertici della Giustizia vaticana

GALLIPOLI. Il professore Raffaele Coppola, membro del corpo degli avvocati della Santa Sede, avvocato della curia romana e del Tribunale della Sacra Rota, oltre che patrocinante in Cassazione e docente nell’Università di Bari, è stato nominato da papa Francesco Promotore di giustizia della corte d’appello dello Stato Città del Vaticano.

È solo uno dei prestigiosi riconoscimenti di cui è costellato il percorso del professore Coppola “gallipolino e aletino per antica estrazione familiare dal XV sec.” come lui stesso sottolinea. Si tratta di un incarico particolarmente significativo “che, sebbene più esteso, può essere assimilabile a quello del Procuratore generale delle nostre Corti d’Appello”.

Nonostante la sua attività non abbia confini (socio promotore dell’Isprom, Istituto di studi e programmi per il Mediterraneo, grande accademico Imperiali e accademico principe dell’Accademia Olubrense, membro del Consiglio di amministrazione dell’Association “Méditerranées” – Faculté de Droit de l’Université de La Rochelle, relatore in numerosi congressi in Italia, Polonia, Francia, Città del Vaticano, Germania, Spagna, Portogallo, Confederazione Elvetica, Canada, Grecia, Turchia, Algeria, Russia, Albania, Ungheria e Austria), il professore mantiene contatti strettissimi con la sua città d’origine.

È stato l’autore, infatti, del gemellaggio tra Gallipoli e Betlemme, ha fortemente voluto l’inclusione della sua città nel direttivo della Conferenza permanente delle città storiche del Mediterraneo e promuove, con passione e competenza, il Barocco leccese in sede Unesco. Cittadino e intellettuale onorato in tutto il mondo con nel cuore e nella mente la sua città.

           MDL