Raccontare la quarantena sul web: dall’idea di due giovani salentini nasce il diario virtuale COVIDiary19

2124
Alessia Gira e Luigi Paiano

Presicce-Acquarica-Taurisano – È un momento delicato: mancano gli abbracci che tolgono il fiato, mancano le carezze, i baci e le passeggiate mano nella mano. Non è semplice reggere i lentissimi ritmi di questa quarantena che ci costringe in casa e ci strappa le nostre libertà. Ma la creatività e il raccontarsi, anche a distanza, aiutano ad affrontare anche i tempi più difficili. 

È proprio questo lo spirito di “COVIDiary19”, progetto ideato da Alessia Gira (di Presicce-Acquarica, 26 anni) e Luigi Paiano (di Taurisano, di 25 anni), due giovani salentini che questo stato di emergenza lo vivono dalla Spagna, lei da Almería e lui da Huelva, entrambi in Erasmus.

Scrivere per ricordare quanto siamo forti

In queste giornate di apprensione tutti sentiamo la necessità di scrivere, lasciandoci andare, condividendo riflessioni o stati d’animo che riguardano questa strana parentesi della nostra vita. Da qui l’idea del diario virtuale COVIDiary19. 

È un progetto che nasce dalla voglia di ascoltare – spiegano Alessia e Luigi – di interagire e conoscere le diverse situazioni che ognuno di noi sta vivendo. Si tratta di un diario aperto in cui la regola è raccontarsi. Il virus Covid-19 ha cambiato la vita di tutti portandoci a vivere giornate a cui non eravamo abituati o che non avevamo mai vissuto”.

Così, durante l’ennesimo noioso giorno di quarantena, Alessia e Luigi hanno messo in piedi uno spazio (gratuito e accessibile a chiunque) nel quale riportare le proprie considerazioni, dando vita a “una raccolta di testimonianze da rileggere quando torneremo ad abbracciarci per ricordarci che siamo stati forti”. Chi volesse condividere i propri pensieri può farlo collegandosi al sito www.covidiary19.eu.

(Mattia Chetta)