Racale, teledipendenza dalle serie tv : un aiuto

1068

Malati di serie CS 2RACALE. Si dice che per combattere una dipendenza bisogna prima riconoscere di averne una. I ragazzi di “Staisinergico” riconoscono che molti di loro “sono appassionati, anzi diciamocelo, più che appassionati: malati”. Anche loro si sentono vittime del fenomeno dilagante delle serie tv. Diventate un elemento della vita di tutti i giorni, le serie tv hanno raggiunto un livello nella qualità tecnica e narrativa che non ha niente da invidiare al cinema, rendendo questo il momento d’oro delle produzioni televisive. Proprio in aiuto di tutti gli appassionati di serie tv come loro, il 15 marzo è stata organizzata la serata “Malati di serie”, una chiacchierata con aperitivo durante la quale si analizzeranno diverse serie; nessun accademico o esperto di regia, solo una serata all’insegna dell’autoironia e del racconto. A moderare l’incontro, che inizierà alle 19.30 presso il coworking di Racale (al primo piano dei palazzo D’Ippolito in via Immacolata), il giornalista e blogger Luca Salici. L’ingresso è gratuito.