Marco Rollo

Racale – Alla Casa per la Vita “Artemide”, struttura socio-sanitaria che ospita pazienti con problemi psichiatrici e psicosociali, prosegue il progetto “Visite d’artista”: a regalare agli ospiti un pomeriggio all’insegna della musica sarà stavolta il pianista, compositore e arrangiatore Marco Rollo, che si esibirà martedì 20 novembre dalle ore 17.
Chi è interessato a partecipare all’evento, per avvicinarsi alle tematiche dell’inclusione sociale e del disagio mentale, può prenotarsi al 0833.908506 (numero massimo di visitatori esterni 10).

Walter Spennato

Una “terapia emotiva” fatta di dialogo e arte. Ideata da Walter Spennato, sociologo e responsabile di “Artemide”, la rassegna “Visite d’artista” ha già portato nella struttura il duo La Municipàl e il violoncellista Hedi Rasa. Il 7 dicembre si chiuderà invece con Elisabetta Guido, accompagnata dal coro gospel A.M. Family. Obiettivo del progetto è favorire l’incontro fra le persone, nel suo potere di creare uno scambio di vissuti ed emozioni, un reciproco raccontarsi e ascoltarsi. Come spiegano gli organizzatori, la logica è quella di rendere possibile un “contatto tra due mondi così vicini eppure così lontani: il mondo ‘esterno’ alla struttura, la società – che non è ancora perfettamente informata sui ‘disturbi mentali’, ed è quindi vittima di pregiudizi e false credenze – e quello ‘interno’, la comunità residenziale, una comunità di persone che ha bisogno di fare esperienze sempre nuove, di relazionarsi con gente capace di ‘toccare’ in un modo particolare le corde delle loro emozioni”. Le visite diventano così una “terapia emotiva, fatta di musica, musicisti e cantanti, e soprattutto di dialogo, una terapia dunque senza effetti collaterali”, spiega Spennato.

Chi è Marco Rollo. Diplomato al Conservatorio di Monopoli, Rollo unisce la formazione classica a sperimentazioni nel campo della musica contemporanea. Al suo attivo collaborazioni con importanti artisti della scena salentina e nazionale, fra i quali Cesare Dell’Anna e la formazione Girodibanda, il sassofonista Raffaele Casarano e Roy Paci.

Pubblicità

Commenta la notizia!