Racale, le illustrazioni di Chiara Criniti nell’ultimo appuntamento con la rassegna “Attacchi d’Arte”

1620

Racale – Attacchi d’arte, ovvero l’arte come terapia emotiva. È questo il fulcro del progetto giunto alla seconda edizione che vede presso la Casa per la vita “Artemide” di Racale la presenza di pittori, illustratori, ceramisti per dialogare con soggetti affetti da “disturbi della mente”, ma non per questo incapaci di ascoltare, comprendere e realizzare con l’artista un vero e proprio workshop. L’ultimo appuntamento di Attacchi d’arte 2018 si terrà il 23 maggio, alle ore 17,00 e vedrà protagonista l’illustratrice salentina Chiara Criniti.

Diplomata in scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce, ha dapprima iniziato a creare illustrazioni per bambini, per poi spostare la sua attenzione su questioni relative alla psiche, interessandosi sempre di più ai sentimenti, alle emozioni e ai problemi dell’anima. I suoi lavori sono realizzati con tecnica mista su carta e tela, con l’utilizzo di colori vibranti e contrasti audaci, accanto al mélange di vari materiali e media, che le consentono di creare mondi complessi in cui la realtà coesiste con elementi metaforici, surreali e psicologici. Le sue illustrazioni hanno varcato i confini nazionali e spesso vengono commissionate da riviste internazionali.

«Creare partendo dalle proprie emozioni, riuscire a incanalarle in un disegno, in un manufatto, dare forma alla fantasia, ma anche sfogo al disagio, alla sofferenza, questo è l’obiettivo – sostiene il sociologo Walter Spennato, ideatore del progetto e coordinatore della struttura – di un “attacco d’arte”, che diventa terapia pura, emotiva, naturale». Un progetto che s’inserisce, dunque, nella logica di creare momenti di contatto tra due mondi così vicini eppure così lontani: quello esterno alla struttura, ancora vittima di pregiudizi, e quello interno. Per questo motivo, al fine di sensibilizzare e coinvolgere chi intende avvicinarsi alle tematiche dell’inclusione sociale e del disagio mentale è possibile prenotarsi per partecipare anche a questo Attacco d’arte chiamando al numero 0833 908506. L’evento è aperto a 5 persone.