Racale, la Community library al centro della polemica. L’accusa: “Oscura l’identità del centro storico”

1033
La Community library in fase di realizzazione a Racale

Racale – Sono in corso i lavori per la realizzazione della nuova Biblioteca comunale, e in città è polemica: il segretario della Lega Alessio Parata, infatti, ha attaccato l’opera, che sarebbe non in linea con l’identità del centro storico racalino.

La nuova Biblioteca è finanziata con un milione e 200mila euro dalla Regione Puglia tramite i fondi per le Community library e sorgerà nell’ex mercato coperto. Una collocazione che, secondo quanto lo stesso Parata scrive sul suo profilo Facebook, oscura la bellezza di piazza San Sebastiano e dell’omonima chiesa.

Parata: “Un castello di sabbia per spendere fondi regionali”

Alessio Parata

Un centro storico pieno di dettagli architettonici di secoli e secoli fa rovinato e nascosto da questo ‘castello di sabbia’ che verrà abbandonato tra qualche mese e non servirà a nulla – scrive Parata –. La bellezza della nostra piazza San Sebastiano e annessa chiesa in rappresentata del nostro Santo patrono coperte da montagne di mattoni. Un edificio superfluo in un centro storico che dà l’impressione di qualcosa di forzato, che nulla ci azzecca con la cultura e la tradizione del nostro paese”.

Tale ‘scempio’ – prosegue il segretario della Lega – è stato edificato nello spazio che prima era dedicato al mercato coperto, che è una delle tradizioni popolari dei nostri paesetti. Adesso sarò additato come l”ignorantone’ che non da importanza alla cultura; ma io penso che la cultura sia molto di più di un edificio messo là per usare i fondi regionali e per dimostrare di essere capaci di vincere tali fondi”.

E sull’impiego di questi fondi aggiunge: “Si sarebbe potuto ristrutturare il mercato coperto, che rappresenta la nostra tradizione, e sarebbe servito per incentivare l’economia della nostra Racale”.

La replica di Metallo e del Partito comunista

Donato Metallo

Non tarda ad arrivare la replica dell’ex Sindaco Donato Metallo, sotto la cui Amministrazione è stato finanziato il progetto della Community library racalina: “Realizzare una biblioteca significa bellezza, significa che i nostri ragazzi avranno strumenti per affrontare il mondo, che vivranno mille vite, conosceranno storie e sguardi, volti e pensieri di uomini, vedranno luoghi lontani e amori e meraviglie. La conoscenza è l’unico strumento per uscire dalle difficoltà, dalle povertà sociali e dell’anima”.

La Community library di Racale, aggiunge Metallo, “è stata premiata come la migliore idea in tutta la Puglia, avrà un piccolo teatro, un’artoteca, un giardino sul terrazzo, sarà accessibile a tutti e punterà sull’odore magico della carta e sulle nuove tecnologie, sarà a consumo zero, sostenibile e proiettata nel futuro”.

Replica a Parata anche il Partito comunista, che in un comunicato definisce “vergognoso” il giudizio espresso dal segretario della Lega sulla nascente biblioteca. “La nuova struttura, pur moderna – si legge nella stessa nota –, cerca di richiamare nei colori e nelle forme, lo stile storico del paese, certo non disturba la presunta maestosità della prospiciente chiesa. Non vogliamo dare giudizi architettonici, ma anche allo sguardo del più impreparato osservatore è evidente il miglioramento rispetto al vecchio edificio mercatale, quello sì un vero pugno nell’occhio”.