Racale, il Comprensivo ricorda la Grande Guerra

1007

manifestazione prima guerraracale lapide cadutiRACALE. L’Istituto comprensivo ha ricordato il centenario dell’entrata in guerra del nostro Paese nel Primo conflitto mondiale. Il 21 maggio scorso, a soli tre giorni dal 24 maggio 1915, data in cui l’Italia dichiarò guerra all’Austria, nell’aula magna del plesso di via Piemonte si è tenuta una manifestazione che ha coinvolto tutti gli studenti delle classi terze della secondaria di primo grado. L’evento è stato curato dalla docente referente, prof.ssa Orsolina Fontò, alla presenza dell’assessore all’Istruzione, dott. Roberto Ferenderes, e della dirigente scolastica, prof.ssa Stefania Manzo.
I ragazzi hanno svolto un lavoro molto approfondito soffermandosi, soprattutto, sugli aspetti della Grande Guerra strettamente legati al proprio territorio. È stata organizzata una mostra di cartelloni commemorativi, diversi alunni hanno preso parola per raccontare eventi e aneddoti oggetto del proprio studio, rimarcando, in particolare, le trasformazioni nella vita della società e della cultura. Sono stati evidenziati il ruolo della donna nella guerra e vari atti d’eroismo per lo più sconosciuti.

Altro interessante versante di studio è stato l’individuazione dei tratti storici nell’intestazione di alcune vie comunali. Sono state recitate poesie dei poeti-soldato impegnati in prima linea nel conflitto e degli artisti che sussurravano o urlavano, a gran voce, la loro ribellione a quell’eccidio, rapportandosi anche alle tante guerre di oggi. Contestualmente è stato presentato il minuzioso lavoro di ricostruzione storica realizzato dai ragazzi sui Caduti di Racale in un formato pronto alla pubblicazione. La ricerca è partita dalla visita alla lapide commemorativa di piazza San Sebastiano e al cimitero di Racale, per poi proseguire presso l’archivio demografico del Comune e l’archivio di Stato di Lecce.

Pubblicità