Racale, due arresti e una denuncia da parte dei carabinieri. Recuperato materiale di dubbia provenienza

1013

Racale – Due arresti in paese in questo fine settimana. Il primo ha riguardato il reato di calunnia commesso nel febbraio del 2008 da P.P. 55 anni. L’uomo dovrà scontare la pena di due anni di reclusione. Una volta arrestato l’uomo è stato scortato presso la propria abitazione per scontare la pena agli arresti domiciliari, come deciso dalla Procura della Repubblica, Ufficio esecuzione penale, di Lecce.

Invece è stato arrestato mentre commetteva due reati, uno di evasione dai domiciliari, l’altro ricettazione. I carabinieri hanno sorpreso Marco De Lorenziis, 43 anni di Racale, mentre tornava verso la propria abitazione, da cui si era allontanato arbitrariamente, portando con sé un sacco pieno di manicotti e tubi di rame, oggetti ritenuti di illecita provenienza.

Pena aggravata

Sequestrati i materiali, i carabinieri di Racale hanno portato l’arrestato a casa propria in regime di arresti domiciliari. Successivamente il provvedimento restrittivo è stato trasformato in detenzione presso il carcere di Borgo San Nicola a Lecce a seguito di richiesta di aggravamento della pena.

Infine un uomo sempre di Racale è stato denunciato e sottoposto all’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria per aver omesso di presentarsi nell’orario stabilito alla stazione dei carabinieri.