Produttori locali nella rete del progetto diocesano “Opera seme”: a Galatone si inaugura la sede

1002

Galatone – Prende corpo il progetto “Opera seme” con il quale la diocesi di Nardò-Gallipoli intende mettere insieme piccoli produttori locali per dare risposte concrete alla crisi economica. Il progetto, presentato lo scorso 14 novembre nel seminario diocesano di  Nardò, parte da uno studio della sociologa Serena Quarta, dell’università del Salento.

Martedì 18 febbraio, alle ore 18, viene inaugurata a Galatone la sede di “Opera seme” (sulla strada provinciale per Galatina) alla presenza del vescovo Fernando Filograna e di don Antonio Panico, vicario episcopale per la pastorale sociale dell’arcidiocesi di Taranto, nonché docente associato alla Lumsa e coordinatore regionale per la Puglia del Progetto “Policoro”.

Il progetto

Obiettivo del progetto è quello di realizzare una filiera virtuosa di piccoli produttori locali utilizzando tanti terreni lasciati incolti, anche a causa anche della Xylella. Il progetto curato dalla Caritas diocesana punta a favorire “la promozione della dignità umana, del lavoro e del territorio salentino”. Si parte da un logo comune.

«E i primi  risultati già si vedono», dice soddisfatto il direttore Caritas don Giuseppe Venneri ricordando la positiva esperienza della Fiera internazionale di Milano, svoltasi dall’1 al 9 dicembre scorsi. In due mesi e mezzo si è registrata la vendita di olio imbottigliato, miele e dei legumi, con le adesioni sempre più numerose al marchio diocesano parte di piccoli operatori commerciali della zona e anche della storica cooperativa “Agricola Galatea 1931” di Galatone.

Il programma

Il programma di martedì 18 prevede in mattinata lo spettacolo “Blue Revolution. L’economia ai tempi dell’usa e getta”, per gli studenti degli Istituti superiori del territorio diocesano, a cura dell’associazione torinese “Pop Economix” sui temi dell’economia civile e circolare. Il pomeriggio, invece, a cura della start-up a vocazione sociale “Mercato circolare“, ci sarà una riflessione interattivo sui temi dell’economia civile e del mercato circolare aperto ai giovani e alle associazioni. Seguirà l’inaugurazione della nuova sede.