Preso il giovane che faceva la spesa con le 100 euro false

2291

MURO LECCESE – È un 22enne di Catania l’uomo che, fingendosi pure carabiniere, è riuscito a spacciare un paio di banconote false da 100 euro, riscuotendo il resto. La prima denuncia è stata della titolare di una lavanderia di Muro Leccese, dove giovedì 23 novembre il giovane è riuscito a piazzare la prima “cento” pagando in anticipo il lavaggio della divisa che una fantomatica moglie avrebbe poi dovuto far recapitare. Il giorno dopo, un’altra banconota falsa dello stesso valore è stata “spesa” in un minimarket di Scorrano, ai danni di un’altra commerciante donna. Altri due tentativi, a Palmariggi e a Otranto, sono andati a vuoto sabato 25. Messi insieme gli indizi e le modalità operative, i carabinieri delle Stazioni di Muro Leccese e di Scorrano hanno deferito, in stato di libertà, il 22enne G.L., nato ad Adrano, in provincia di Catania, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile del reato di spendita di banconote contraffatte e truffa. A lui hanno portato la comparazione delle impronte digitali lasciate sulle stesse banconote nonché le immagini di videosorveglianza ed alcune fotografie.

Pubblicità