Premio “Aldo Bello”: studenti, Sud e migranti

1359

ALDO-BELLO (a dx)e Gianni Carluccio matinoMATINO. Sono 119 (70 lo scorso anno), in rappresentanza di dodici scuole della provincia, gli studenti iscritti a partecipare alla terza edizione del Premio di giornalismo “Aldo Bello”. La manifestazione, organizzata dal Centro studi dell’associazione Autori matinesi, presieduto da Cosimo Mudoni e dedicato al giornalista scomparso nel 2011, è riservata agli alunni delle ultime tre classi delle scuole superiori del Salento. Il dramma dei migranti, i giovani e il lavoro ed il fascino “discreto” del giornalista i tre temi proposti dagli organizzatori per ricordare, insieme a Banca Popolare Pugliese, New Genesys srl ed il patrocinio delle Città di Matino e Galatina, lo scrittore, saggista e poeta, nonché giornalista e direttore Rai nato a Galatina nel 1937. La serata conclusiva del premio si terrà il 4 giugno, alle 18.30, presso Palazzo Marchesale.

Gli istituti più rappresentati sono l’Istituto tecnico economico “De Viti De Marco” (con 47 alunni) ed il liceo Scientifico “Vanini” (37) di Casarano, città presente anche con il Classico (2). Le altre scuole sono l’istituto tecnico “Laporta” di Galatina (4) ed i licei “Quinto Ennio” di Gallipoli (11), “Colonna” di Galatina (5), “Virgilio-Redi” di Lecce (4), “Stampacchia” di Tricase (3), “Da Vinci” di Maglie (2), “Comi” di Tricase (2), “Galilei” di Nardò (1) e “Banzi-Bazoli” di Lecce (1). Da Casarano provengono 19 candidati ma ve ne sono anche da Acquarica del Capo (1), Alliste (5), Aradeo (1), Gallipoli (3), Gemini (2), Matino (6), Melissano (6), Nardò (1), Parabita (5), Presicce (1), Racale (2), Sannicola (2), Taurisano (6), Taviano (8), Tuglie (1) e Ugento (7).