Premiati ad Agrogepaciok i migliori pasticcieri salentini: vengono anche da Racale, Matino, Taviano, Galatone e Melissano

5846
La giuria valuta i pasticciotti in gara

Lecce – Tante le eccellenze del comparto gastronomico del Sud Salento premiate nell’ultima edizione (la 14ma) del salone nazionale Agrogepaciok, svoltasi a Lecce in questi giorni, dal 9 al 13 novembre.

Alle prese con dolci e gelati artigianali, i migliori pasticcieri del Sud Salento, giovanissimi o con una carriera già alle spalle, arrivano da Racale, Matino, Taviano, Galatone e Melissano. Per loro riconoscimenti importanti in una manifestazione che, su 10mila metri quadri di spazio espositivo, ha ospitato aziende provenienti da tutta Italia, richiamando migliaia di visitatori.

Dolci talenti under 25

I giovani pasticcieri salentini, studenti o comunque under 25, sono stati i protagonisti del concorso “Dolci talenti in Puglia”, organizzato in collaborazione con Pasticceria internazionale.

Pubblicità

La vittoria in questa gara è andata al 17enne di Racale Alessandro Gaetani, studente dell’Istituto alberghiero di Ugento. Al secondo posto Andrea Palamà, di Matino, che lavora in una pasticceria di Taurisano; mentre sul terzo gradino del podio si è piazzata la tavianese Alessia Di Dicembre, anche lei studentessa dell’Alberghiero di Ugento.

Il podio delle Olimpiadi del gelato mediterraneo

Nel segno del binomio dolcezza e freschezza, le Olimpiadi del gelato mediterraneo hanno visto trionfare Stefano Peluso di Galatone, che lavora presso lo storico Caffè Alvino in piazza Sant’Oronzo, a Lecce.

Dietro di lui, al secondo posto c’è Serena Manca di Squinzano; e al terzo Fabrizio Marsano, di Melissano.

Gli altri salentini premiati 

Un po’ di Sud Salento anche nel premio per il gusto assegnato nell’ambito del contest “Birrangolo in cucina” (che valuta gli abbinamenti fra birra artigianale e cibo) a Luca Grasso, che viene da Monteroni di Lecce ma lavora presso un hotel di Torre San Giovanni (marina di Ugento). Nello stesso contest, primo premio assoluto a Cristiano Stamerra (di Lecce), premio per l’estetica del piatto a Simone Centonze (di Monteroni), e per la creatività a Francesco Leo (di Soleto).

Ancora, per il premio “Panino d’autore” il podio è composto dal vincitore Stefano Alloggio, leccese, seguito da Francesco Manieri di Copertino e Leonardo Carrozzo di Lequile. Il miglior pasticciotto è invece quello del 28enne leccese Dario Cavalieri, che si aggiudica il Premio “Andrea Ascalone”.

 

Pubblicità