Premi Food and travel 2020: Salento destinazione dell’anno e cucina top a Gallipoli, Tricase e Novaglie. La Spa migliore a Ugento

1320
A sinistra Paola Cantoro (spa manager Vivosa) con Alessandro Preziosi

Gallipoli – Maestri dell’accoglienza a 360°, dalla ricettività all’enogastronomia, tanti gli operatori salentini e le imprese del comparto turismo e ristorazione vincitori dei Premi Food and travel Italia 2020, assegnati sulla base dei voti dei lettori pervenuti sul sito dell’omonima rivista di settore.

La cerimonia di premiazione si è svolta nei giorni scorsi durante un galà al San Barbato Resort Spa & Golf di Lavello, in provincia di Potenza. A condurre la serata, che ha visto premiati professionisti e aziende provenienti da tutta Italia, è stata Pamela Reali, editore della rivista Food & travel Italia. Fra i super ospiti dell’evento l’attore Alessandro Preziosi.

Salento destinazione dell’anno

Nonostante una stagione difficile a livello mondiale, si conferma splendida meta turistica per la bellezza indiscussa dei suoi paesaggi costieri, disegnati da calette, spiagge bianche e macchia mediterranea”: così viene descritto il Salento dalla giuria di Food and travel Italia, che lo sceglie come destinazione dell’anno.

Ma è l’entroterra a stupire i viaggiatori – si legge ancora nella motivazione del premio –, con un alchemico mix di storia, arte, tradizioni e cultura in cui sono immersi gli innumerevoli borghi costellati di antichi palazzi e case ‘a corte’, cattedrali e chiesette rurali, piazze silenti e antichi muretti a secco. Un’ospitalità calda e accogliente in ogni stagione”.

Al centro Veronica Milo, direttore marketing Vivosa

Il Vivosa di Torre San Giovanni (Ugento) ancora al top

Spa migliore dell’anno si conferma – come nel 2019 – quella del resort Vivosa a Torre San Giovanni (frazione di Ugento). Nella motivazione del premio si legge: “Una organic Spa mossa dalla continua ricerca e studio al fine di realizzare e scoprire nuovi trattamenti coniugati con cosmesi bio sempre più performanti e unici. La nuova linea cosmetica all’avanguardia fortemente voluta dalla Spa manager Paola Cantoro, la SuperTuscan, che utilizza l’esclusiva formula di materie prime bio al 100% con caratteristiche di novità, eccellenza, difficile reperibilità e inusualità e l’abilità di un grande team di professionisti rendono questa spa un angolo di paradiso per corpo, mente e cuore”.

Legato al Vivosa anche il premio a Veronica Milo, direttore marketing del resort ugentino: “Cortese, elegante, professionale, riesce a promuovere l’immagine della struttura presso cui lavora nella maniera più ‘smart’, più incisiva, più convincente e con grande stile” è la motivazione del premio assegnatole.

Ristorazione: premi a Gallipoli, Tricase e Novaglie

Franco Tornese con Pamela Reali

Franco Tornese, patron del “Gaio Ristorante” di Gallipoli viene premiato come maestro della cucina italiana, perché – scrivono i giudici – “Ha dato un contributo fondamentale alla crescita della ristorazione di qualità italiana, sia personalmente che attraverso i giovani chef pugliesi che grazie a lui si sono formati”.

Alla “Taverna del Porto” di Tricase va il premio Ristorante Food & travel dell’anno in quanto “Conferma ogni giorno con la sua scelta delle materie prime, la sua cucina, la sua cura del cliente quale sia la ricetta unica ed infallibile della ristorazione d’eccellenza made in Italy”.

Il piatto dell’anno, invece, lo si può gustare a Novaglie (marina di Alessano): è lo spaghettone all’aglio nero con battuto di gambero rosso di Gallipoli preparato al ristorante “Lo scalo”. Chi lo ha premiato assicura: “Il bilanciamento dei sapori è perfetto, la nota croccante per nulla invadente, quella sapida e iodata così golosa da aumentare la salivazione e poi la cottura… costantemente al dente. Protagonista assoluto l’aglio Nero che conferisce al piatto un sapore più morbido e delicato”.

Vini e food: altri premi a Lecce

Damiano e Amedeo Reale

Fra i prodotti premiati, e in particolare fra i vini, dal Salento viene “Gloria”, primitivo di Manduria dop prodotto dall’azienda vinicola Vigneti Reale, di Lecce (che fa parte dei gestori del resort Vivosa). Un vino che i fratelli Amedeo e Damiano Reale dedicano alla madre Gloria d’Amelio e che viene definito: “Un rosso rubino intenso che al naso si apre con una bella complessità in cui spicca la frutta rossa matura, frutti di bosco, macchia mediterranea e sentori di liquirizia e vaniglia. Avvolgente e caldo, proprio come la terra in cui nasce”.

Il premio Progetto food se lo aggiudica Loliva, azienda leccese tutta al femminile “che ha unito i migliori prodotti del Salento e li ha ‘vestiti’ in maniera elegante con packaging raffinati, con colori caldi che richiamano il sole e il calore del Salento”.