Positivi al Covid a quota 117 e cresceranno ancora con due focolai in attività. Nella caserma delle Fiamme gialle di Bari 423 allievi in isolamento

2266

Gallipoli – Superano per la prima volta in questa fase il centinaio i nuovi contagiati e sono destinati a crescere ancora a causa di due focolai: quello della Residenza per anziani di Ginosa (Taranto) e, emerso oggi, quello scoppiato tra le mura di una caserma della Guardia di finanza di Bari.

Dai 3.319 test i positivi sono risultati 117, di cui ben 70 nel Barese. In isolamento ci sono 423 allievi delle Fiamme gialle con sei casi accertati e originati, pare, da due reclute  rientrate dalla Sicilia. Devono essere sottoposti a tampone 740 corsisti di un concorso per entrare nella Guardia di finanza. Si attendono con trepidazione i risultati per capire l’entità del contagio.

Otto i casi nel Leccese

Dei 23 del Tarantino 12 i casi legati alla Rsa di Ginosa, dopo la conclusione dei test col tampone effettuato a operatori e ospiti (oltre 200 persone). Il quadro generale si conclude con i sette di Foggia, due a Brindisi e altrettanti nella Bat. Otto i positivi nel Leccese.

“Degli otto casi registrati oggi dal Dipartimento di prevenzione – spiega il direttore generale Asl Lecce, Rodolfo Rollo – sei si riferiscono a persone entrate in stretto contatto con un caso già noto, due a cittadini temporaneamente presenti nella nostra provincia, uno dei quali già in isolamento”.

122 i positivi attivi in provincia 

Dal rapporto settimanale dell’Asl Lecce infine si desume che l’impennata dei contagiati c’è e si vede. I positivi attivi in provincia sono adesso 122, dei quali 68 che hanno contratto l’infezione all’Estero o fuori regione. Il numero dei tamponi effettuati (compresi quelli ripetuti)ha raggiunto quota 43.951.

Sono rimasti 19 i paesi con zero casi dall’inizio dell’epidemia: Alessano, Andrano, Botrugno, Castrignano dei Greci, Castro, Diso, Giuggianello, Montesano, Morciano di Leuca, Ortelle, Palmariggi, Patù, Ruffano, San Cassiano, Seclì, Spongano, Surano, Tiggiano, Tuglie.

I due centri per tamponi e gli orari

Da annotare infine che per i provenienti da Spagna, Malta, Grecia, Croazia e dalla Sardegna, devono sottoporsi a tampone: per loro pronti e attivi due centri, uno a Lecce – Cittadella della salute dalle ore 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 – all’ospedale di Tricase l’altro con orario 8-19,30. Nei festivi presso i locali vicini al triage del “Cardinale Panico”.