Porto turistico, sviluppo urbanistico, progetti e regole: il Sindaco chiama la maggioranza alle scelte

562

Gallipoli – Piano urbanistico generale (Pug) e il porto turistico nell’ambito di un complessivo piano della portualità in cui ci siano anche il capitolo pescherecci: questi i prossimi obiettivi dell’Amministrazione comunale gallipolina. Li ha annunciati, come esempi di buona programmazione in un Sud che arranca, il Sindaco Stefano Minerva nel corso di un incontro pubblico alla Biblioteca Sant’Angelo.

Il tema del convegno, con al centro il libro dl Claudio Scamardella, direttore del Nuovo Quotidiano di Puglia, erano “Le colpe del Sud”, dal titolo del saggio edito da Manni, con l’esigenza di “ripensare la questione meridionale”.

Gli impegni di fine mandato

In questo anno e mezzo che manca alla scadenza del mandato elettorale – conferma Minerva – la maggioranza è chiamata ad affrontare alcuni temi di fondo, i più importanti, dopo che abbiamo sciolto alcuni nodi come ad esempio le strade da asfaltare, l’attenzione verso le periferie, l’illuminazione pubblica”.

Giuseppe Venneri col Sindaco Stefano Minerva

Il fascicolo delle cose da fare s’allarga poi ad altri impegnativi argomenti, tipo il discorso della litoranea sud che sembra interrotto, “per migliorare l’intervento fin qui eseguito” e il centro storico con particolare riferimento agli spazi all’aperto con tavolini e sedie, ma non solo. “Alcune modifiche riguardanti le regole nel centro storico hanno avuto esito positivo, altre no”, sottolinea il Sindaco.

I nodi del Centro storico

Per il “ciak” iniziale si starebbero programmando gli incontri con i consiglieri comunali che appoggiano l’Amministrazione Minerva. Mentre qualcuno fa gli scongiuri: non sarà la prima volta che si parlerà di porto turistico ma si spera che non sia – negli esiti – letale come in precedenti Amministrazioni, finite a gambe all’aria proprio davanti a scelte riguardanti portualità e sviluppo urbanistico.

Si vedrà cosa emergerà in seno alle riunioni della maggioranza, quali sensibilità prevarranno. C’è chi intanto ha messo nero su bianco indicando una decina di punti da abbinare ad un calendario di incontri, con una nota riservata al Sindaco di un paio di mesi fa.

L’invito di “Grande Gallipoli”

Le firme sono del gruppo consigliare “Grande Gallipoli” composto da Giuseppe Venneri (vicesindaco e Bilancio), Antonio Faita e Cosimo Giungato. Ai primi due posti della missiva figurano proprio il progetto del porto turistico ed il bando per la redazione del Pug, con una spesa complessiva che potrebbe oscillare dai 300mila ai 400mila euro.

Seguono poi una serie di regolamenti, piani e progetti: centro storico, pubblicità, parcheggi, rifiuti (modifica del sistema di raccolta), il nodo della litoranea sud, piste ciclabili, strade rurali.