Porto Cesareo, nell’Area marina protetta a bordo di un peschereccio, con turisti, pescatori per hobby e degustatori del pescato

2128

Porto Cesareo – Pescaturismo a Porto Cesareo, in piena Area marina protetta: è l’ultima – in ordine di tempo – esperienza resa concreta dal Gal Terra d’Arneo presieduto da Cosimo Durante.

Una intera giornata a bordo di un peschereccio, accanto ai pescatori, per conoscere la nostra costa ed i nostri fondali, praticare la pesca sportiva e gustare il pesce appena pescato con le ricette della tradizione locale: questo era in programma e questo si è verificato alcuni giorni fa.

Come diversificare l’attività della pesca con l’hobby

L’obiettivo è non solo offrire servizi e possibilità di lavoro in questo settore (da ricordare che il Gal ha realizzato un Centro di servizi avanzati per la pesca) ma anche dimostrare “dal vivo” che diversificare l’attività in mare è possibile.

Pubblicità

Nelle foto alcuni momenti della giornata da pescaturisti in cui non sono mancati anche amatori baby a bordo dello Sparviere “con Gianni e Barbara ccellenti in tutto – sottolinea Durante – e con la capacità di farti sentire a proprio agio offendo un grande servizio di qualità il tutto, con un eccellente coordinamento dell’Area marina protetta”.

Turisti, pescatori e consumatori

Qualificare e diversificare l’offerta turistica vuol dire anche ampliare le occasioni di attrazione, secondo i dirigenti del Gal Terra d’Arneo, per i quali nella rete da costruire tra costa ed entroterra, offerta ricetiva e servizi di qualità tramite una capillare formazione, c’è anche un altro modo di vivere il mare: il pescaturismo. Così sai cosa hai pescato e cosa stai mangiando.

Pubblicità