Piccole e medie imprese: aiuti per oltre 18 milioni di euro dalle Camere di commercio di Puglia

333
Camera di commercio Lecce

Gallipoli –  Ammonta a 18 milioni 315mila euro l’intervento di supporto alle imprese pugliesi giunto dalle Camere di commercio della Puglia per far fronte all’emergenza da Covid-19 nel corso del 2020.

«Gli interventi trasversali a tutti i settori economici hanno consentito agli imprenditori in difficoltà di richiedere alla propria Camera contributi a fondo perduto per l’abbattimento dei tassi di interesse dei finanziamenti concessi da banche, società di leasing e altri intermediari», fanno sapere dall’ente camerale che associa le imprese di Puglia.

Un aiuto per le tante imprese in difficoltà

Si tratta di una tra le cifre più cospicue a livello nazionale per un sistema camerale regionale. Si è trattato soprattutto di bandi a sportello per favorire la liquidità delle micro, piccole e medie imprese che hanno consentito agli imprenditori in difficoltà di richiedere alla propria Camera contributi a fondo perduto per l’abbattimento dei tassi di interesse dei finanziamenti concessi da banche, società di leasing e altri intermediari.

«Ne hanno beneficiato trasversalmente tutti i settori economici: gli interventi – fanno sapere da Unioncamere Puglia – sono stati difatti finalizzati a coprire fattori di costo non sovvenzionati da alcuna altra forma di incentivo governativo e si sono inseriti nell’ambito delle iniziative promozionali a favore del tessuto imprenditoriale adottate dal sistema camerale nazionale in attuazione dell’art.125 del Decreto “Cura Italia”, a cui ha fatto fa riferimento anche l’art.62 del decreto “Rilancio”. Il provvedimento ha, infatti, previsto la possibilità per le Camere di commercio di realizzare specifici interventi per contrastare le difficoltà finanziarie delle Pmi e facilitare l’accesso al credito».

Una parte degli interventi sono stati finalizzati a sostenere i processi di digitalizzazione delle Piccole e medie imprese attraverso la concessione di voucher: «Parallelamente le Camere di Commercio hanno assicurato la regolare prosecuzione delle attività a sportello anche durante il lockdown, così come quelle, completamente gratuite di formazione e affiancamento personalizzato in materia internazionalizzazione, economia circolare e valorizzazione del patrimonio turistico con i progetti condotti insieme all’Unioncamere Puglia; sia per quanto riguarda i servizi digitali».