Pescatori di frodo beccati in flagrante: denunciati e 4mila ricci salvati

1542

Torre Squillace di Nardò – Il sistema di videosorveglianza è stato decisivo: alle 8 di stamattina ha ripreso e mandato in video alcuni sommozzatori in azione  nell’Area marina protetta di Porto Cesareo, in località Torre Squillace, marina di Nardò. Sono subito intervenuti i finanzieri della caserma di Gallipoli e si è scoperto un altro caso – in flagranza – di pesca di frodo. Da due natanti, poi sequestrati, tre sub si erano immersi ed avevano rastrellato fino a quel momento oltre 4mila ricci. Le Fiamme gialle hanno rigettato in mare i ricci ancora vivi e denunciato i pescatori di frodo all’autorità giudiziaria. Sotto sequestro sono finite le loro attrezzature. Dopo un ulteriore controllo è stata bloccata anche una delle loro auto, sprovvista di assicurazione.